Tratto dallo speciale:

UNICO Enc 2014: bozza ricca di novità

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Tra le bozze dei modelli per la dichiarazione dei redditi 2014 debutta anche l'UNICO Enti non commerciali, che si presenta ricco di novità.

La bozza dell’UNICO Enti non commerciali 2014si presenta ricca di novità, a fronte dell’evoluzione normativa degli ultimi mesi: agevolazioni prorogate o terminate, regimi modificati, aggiustamenti e così via.

Reti d’impresa

Viene introdotto nella tabella generale di classificazione della natura giuridica un nuovo codice specifico per le reti d’impresa, identificate con il numero “59”, avendo l’articolo 45 del Dl 83/2012 consentito alle reti dotate di fondo patrimoniale comune di acquisire un’autonoma soggettività giuridica e di iscriversi nella sezione ordinaria del Registro delle Imprese.

Fabbricati e terreni

Nel Quadro RA trovano posto i redditi dominicali e agrari. Da sottolineare che la rivalutazione del 15% prevista dall’articolo 1, comma 512, della Legge 228/2012 per i periodi d’imposta 2013, 2014 e 2015 non dovrà essere considerata nella compilazione delle colonne 1 e 3 del Quadro RA, ma solo al momento della determinazione della base imponibile. Nel Quadro RB viene inserita la nuova casella 5, da barrare se l’immobile è di interesse storico e/o artistico, la cui rendita catastale va indicata al 50% e non deve essere aumentata di un terzo se l’immobile è tenuto a disposizione. Anche in questo caso la rendita, che va indicata in colonna 1, non va riportata la rivalutazione del 5%, da calcolare in fase di determinazione dell’imponibile.

Quadro RF

Nel Quadro RF compaiono due nuovi codici per le variazioni in aumento e in diminuzione che devono essere utilizzati dai contribuenti che vogliono correggere errori contabili derivanti dalla mancata imputazione di componenti negativi nel giusto esercizio di competenza e non più sanabili ai sensi dell’articolo 2, comma 8-bis, del Dpr 322/1998.

Imposte sostitutive e addizionali

Il Quadro RQ relativo ad imposte sostitutive e addizionali si arricchisce della nuova sezione XX, dedicata a coloro che effettuano in modo occasionale (per non più di 42 giorni) attività di noleggio di unità da diporto e scelgono di assoggettare i relativi proventi all’imposta sostitutiva del 20%.

Quadro RN

Quello più ricco di novità è il Quadro RN con il quale si determina l’imposta e più in particolare:

  • nel rigo RN13 relativo al reddito complessivo debutta la colonna 4 per le deduzioni relative agli investimenti in start up previste dal Dl 179/2012 per gli anni 2013/2016, pari al 20% delle somme investite;
  • nel rigo RN20 relativo alle detrazioni d’imposta fa il suo ingresso la colonna 3 per indicare l’ammontare della detrazione del 65% per interventi su edifici situati in zone sismiche;
  • nel rigo RN21 dell’imposta netta viene inserita la colonna 1, da utilizzare in caso di imposta sospesa per il trasferimento di residenza all’estero;
  • nel rigo RN34 relativo all’imposta dovuta nella colonna 1 compare ora l’imposta rateizzata ai fini IRES, calcolata sulla plusvalenza determinata per i soggetti che trasferiscono la residenza all’estero;
  • nel rigo RN33 degli acconti è stata aggiunta la colonna 5 relativa al credito riversato qualora nel 2013 siano state corrisposte all’Erario somme per indebite compensazione di crediti IRES esistenti ma non disponibili.

Quadro RS

Nuovi prospetti aggiuntivi vengono inserirti all’interno del Quadro RS per evitare doppi adempimenti e per recepire le nuove regole. Alcune modifiche riguardano quindi la sezione dedicata al bonus per il risparmio energetico, la cui detrazione è stata portata al 65% per le spese sostenute dal 6 giugno al 31 dicembre 2013. Vengono poi inseriti due nuovi prospetti, frutto di alcune semplificazioni amministrative annunciate recentemente dall’Agenzia delle Entrate:

  • per la comunicazione relativa alle minusvalenze, di ammontare complessivo a 5 milioni di euro, derivanti da cessioni di partecipazioni che costituiscono immobilizzazioni finanziarie realizzate anche a seguito di più atti di disposizione, e quelle sopra i 50 mila euro relative a operazioni su azioni o altri titoli negoziati in mercati regolamentati italiani o esteri;
  • per la comunicazione per eventuali modifiche ai criteri di valutazione adottati nei precedenti esercizi (articolo 110, comma 6, del Tuir).

Altri nuovi prospetti devono essere compilati dai contribuenti che devono comunicare dati e informazioni riguardanti:

  • le spese relative agli interventi antisismici effettuati su edifici destinati ad attività produttive situati in zone ad alto rischio sismico, essendo stata esteso lo sconto d’imposta del 65% anche ai soggetti IRES, in caso di procedure autorizzatorie attivate dal 4 agosto 2013 e per i costi sostenuti fino a fine anno;
  • la correzione degli errori contabili derivanti dalla mancata imputazione di componenti negativi nel corretto esercizio di competenza, non più emendabili;
  • gli investimenti in start-up, per i quali è previsto il regime di vantaggio disciplinato dall’articolo 29, commi da 4 a 8, del Dl 179.

Quadro TR

L’UNICO Enc si arricchisce del Quadro TR dedicato ai contribuenti che, al posto del versamento immediato dell’imposta dovuta sulla plusvalenza, optano per la sospensione d’imposta in relazione alla plusvalenza realizzata per il trasferimento della sede societaria in un altro Paese UE con il quale sia stato stipulato un accordo di reciproca assistenza in materia di riscossione dei crediti tributari.

Aggiustamenti

Tra i vari aggiustamenti che caratterizzano l’UNICO Enc 2014, troviamo:

  • lo spostamento dei prospetti “Crediti” e “Dati di bilancio” dal Quadro RF al Quadro RS;
  • l’eliminazione dai Quadri RD, RF, RG ed RS del prospetto relativo alle “Reti di imprese” per scadenza dell’agevolazione;
  • L’eliminazione del Quadro EC, le cui informazioni sono state confluite nel rigo RF6 del Quadro RF.