Tratto dallo speciale:

Online il 730/2013 con detrazione 50% e nuova IMU

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Online la bozza del modello 730/2013: le novità in tema di bonus per le ristrutturazioni edilizie, l'efficienza energetica e IMU.

Pronta la bozza del modello 730/2013 nel quale trovano posto anche la detrazione IRPEF del 50% per le spese di ristrutturazione edilizia e le novità in tema di IMU.

Scarica modello 730/2013 e istruzioni

Ristrutturazioni edilizie

Per quanto riguarda il bonus ristrutturazioni, si tratta delle novità introdotte dal DL 83/2012 (Decreto Sviluppo 2012) che ha innalzato la detrazione IRPEF dal 36% al 50%.

La percentuale sale al 55% in caso di ristrutturazioni volte al risparmio energetico.

Modificato anche il tetto massimo di spesa da poter portare in detrazione: 96 mila euro per unità immobiliare, contro i precedenti 48 mila. La detrazione viene diluita in 10 anni, in quote di pari importo.

=> Leggi come accedere al bonus ristrutturazione

La detrazione del 50% si applica alle sole spese sostenute per le ristrutturazioni edilizie dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, anche per interventi di ricostruzione o ripristino di immobili danneggiati da sismi o altri eventi calamitosi.

=> Vai alla Guida alle nuove detrazioni

Efficienza energetica

Per quanto riguarda la detrazione IRPEF del 55% per l’efficienza energetica, questa si applica anche in caso di interventi volti a sostituire i vecchi boiler tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.

=> Approfondisci: Detrazione 55%, bonus fino al 2020

IMU

Novità nel 730/2013 anche dall’IMU, che sostituisce l’IRPEF e le addizionali dovute sul reddito dominicale per i terreni non affittati, per quelli affittati si pagano invece sia IMU che IRPEF. Nessun cambiamento invece per il reddito agrario continua a essere assoggettato alle ordinarie imposte sui redditi.

=> Consulta rate, documentazione e scadenze IMU 2012

L’IMU sostituisce l’IRPEF anche per i fabbricati non in affitto e per quelli concessi in comodato gratuito. Rimane l’IRPEF per quelli affittati e per gli immobili esenti dall’IMU, se dovuta. In questi casi deve essere indicata la presenza di una causa di esenzione nel quadro A dei terreni e nel quadro B dei fabbricati (caselle 9 e 12 del modello).

Modello 730/2013 e istruzioni

L’Agenzia delle Entrate ha già reso disponibile la bozza del modello 730 che andrà compilato il prossimo anno in sede di dichiarazione dei redditi, con la possibilità di inserire anche questi importi. Online anche le istruzioni per la compilazione.

=> Vai al download del modello 730/2013 e istruzioni