Tratto dallo speciale:

Affitti: ravvedimento con calcolo online

di Noemi Ricci

scritto il

Anomalie redditi da fabbricati in dichiarazione: software Entrate calcola online l'importo del ravvedimento su errori relativi a cedolare secca.

In arrivo 60mila nuove lettere da parte dell’Agenzia delle Entrate a tutti quelli che, in base ai dati in possesso dell’Amministrazione finanziaria, nei modelli UNICO PF 2013 o 730/2013, risultano avere anomalie nei redditi da fabbricati relativamente all’anno di imposta 2012. In merito l’Agenzia comunica di aver aggiornato l’applicativo per calcolare gli importi da ravvedimento sulla cedolare secca e di aver pubblicato una guida che spiega nel dettaglio come rimediare agli errori.

=> Vecchie dichiarazioni dei redditi: i controlli

Anomalie

In generale, le lettere del Fisco riguardano le seguenti anomalie, riscontrate nelle dichiarazioni dei redditi 2013 (anno imposta 2012):

  • redditi di fabbricati derivanti da contratti di locazione di immobili, compresi quelli per i quali è stato scelto il regime della cedolare secca;
  • redditi di lavoro dipendente o di pensione;
  • assegni periodici corrisposti dall’ex coniuge;
  • redditi di partecipazione in società, associazioni fra artisti e professionisti, imprese familiari, aziende coniugali;
  • redditi di capitale (utili e altri proventi equiparati corrisposti da società di capitale o enti commerciali);
  • altri redditi (di lavoro autonomo non derivanti da attività professionali, diversi);
  • redditi d’impresa derivanti da plusvalenze e sopravvenienze attive.

Le nuove lettere che avvisano i contribuenti delle anomalie arriveranno per posta ordinaria o tramite PEC se si è titolari di Partita IVA. Le missive segnalano la presenza di irregolarità sui redditi da fabbricati non dichiarati nel 2013, anno di imposta 2012 o dichiarati solo in parte.

Cassetto fiscale

I dettagli dell’anomalia riscontrata dall’Agenzia delle Entrate, in base ai dati in proprio possesso riscontrati nelle dichiarazioni dei redditi 2013, sono consultabili all’interno del cassetto fiscale, nella sezione “L’Agenzia scrive”.

Anomalie fiscali 2016-10-26 at 10.16.00

Ravvedimento

Nel caso in cui il contribuente non rilevi errori da parte dell’Amministrazione Finanziaria e ammetta l’errore, può sanare la propria situazione fiscale, evitando così di ricevere un vero e proprio avviso di accertamento, ricorrendo al ravvedimento operoso, ossia presentando una dichiarazione integrativa e versando le maggiori imposte dovute, oltre agli interessi e alla sanzione ridotta per l’infedele dichiarazione.

In particolare la sanzione prevista per il contribuente che ha assoggettato il reddito di locazione a IRPEF è pari al 15% della maggiore imposta determinata, ossia un sesto della sanzione minima del 90% prevista per la dichiarazione infedele. Chi invece ha scelto il regime della cedolare secca dovrà versare una sanzione del 30% (cioè, un sesto del 180%), se l’omissione è parziale, ovvero del 40% (cioè, un sesto del 240%), se i canoni non sono stati affatto dichiarati.

Anomalie fiscali 2016-10-26 at 10.16.38

Calcolo online

Per fare i conti in maniera precisa delle sanzioni e degli interessi dovuti il Fisco ha reso disponibile online un applicativo ad hoc denominato “Calcolatore sanzioni ed interessi infedele dichiarazione ravvedimento operoso anno d’imposta 2012”. Il programma, già operativo per IRPEF, relative addizionali e contributo di solidarietà, è stato ora aggiornato con ulteriori funzioni, per consentire il calcolo della sanzione ridotta da ravvedimento per l’imposta sostitutiva in caso di opzione per la cedolare secca.

Assistenza

Per delucidazioni sulla comunicazione ricevuta o per fornire chiarimenti utili a eliminare l’incongruenza è possibile contattare, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 17, selezionando l’opzione “servizi con operatore > comunicazione accertamento”, i numeri:

  • 848.800.444, da telefono fisso (tariffa urbana a tempo);
  • 06/96668907, da cellulare (costo secondo il piano tariffario del proprio gestore).

=> Agenzia delle Entrate: servizi telematici per profili di utenza

In alternativa, è possibile recarsi in uno degli uffici territoriali della direzione provinciale delle Entrate o utilizzare Civis, il canale di assistenza dedicato agli utenti dei servizi telematici, che consente anche di inviare in formato elettronico gli eventuali documenti utili.

Anomalie fiscali 2016-10-26 at 10.16.09

Per ulteriori informazioni consultare la Guida dell’Agenzia delle Entrate o accedere al servizio “Calcolatore sanzioni ed interessi infedele dichiarazione ravvedimento operoso anno d’imposta 2012”.