Bonus e detrazioni nido cumulabili?

Risposta di

Noemi Ricci

scritto il

Pino chiede

A mia figlia l’Agenzia delle Entrate attesta (nel mod. 730 precompilato) l’importo di 1.300,00 euro di spese sostenute per l’asilo nido, riportando in detrazione (al punto E 8 cod. 33) solo l’importo di 632,00 euro. In effetti ha usufruito del “bonus asili nido” INPS per euro 364,00 e di un contributo, allo stesso titolo, da parte di un fondo interno aziendale.

Nelle istruzioni dell’Agenzia è chiarito che la detrazione non spetta “se nello stesso periodo si è usufruito del bonus asili nido”. Vorrei sapere se per “periodo” l’Agenzia intenda ciascuna mensilità (consentendomi di aumentare l’importo in detrazione)  e se anche il contributo aziendale debba essere sottratto dalla spesa sostenuta (quindi dall’importo detraibile).

 

Noemi Ricci risponde

La detrazione IRPEF nella misura del 19%, per le spese documentate sostenute per il pagamento delle rette relative alla frequenza dell’asilo nido, viene calcolata su un importo che non può superare la somma massima di 632 euro annui.

Dunque, nel modello 730 precompilato, l’Agenzia delle Entrate ha indicato l’importo massimo sul quale calcolare la detrazione che sarà pari, al massimo, a 120 euro per ciascuna dichiarazione dei redditi nel triennio di godimento del beneficio.

Tale detrazione fiscale prevista dall’art. 2, comma 6, legge 22 dicembre 2008 è in effetti incompatibile, ovvero non è cumulabile, con il contributo  di 1000 euro annui cui ha diritto ogni bambino nato dal 1 gennaio 2016, per tre anni, senza limitazioni di reddito familiare, ovvero il cosiddetto bonus asilo nido (art. 1, comma 355, L. 11 dicembre 2016, n. 232), a prescindere dal numero di mensilità percepite.

Per quanto riguarda il contributo aziendale erogato, immagino come forma di welfare, andrebbe sottratto alle somme sostenute da portare in detrazione. In pratica non possono essere portare in detrazione le spese sostenute e successivamente rimborsate dal datore di lavoro in sostituzione delle retribuzioni premiali.

Detrazioni IRPEF che, comunque, a sua figlia non sembrano spettare. Ma, facendo due calcoli e anche sulla base di quando da lei stesso riportato, il bonus asilo nido appare in ogni caso certamente più conveniente.