Tratto dallo speciale:

Cartelle e pignoramenti: ripresa riscossione dal primo settembre

di Redazione PMI.it

scritto il

Riscossione al via da settembre: notifiche, pignoramenti e pagamenti entro fine mese per i debiti sospesi a causa della crisi Covid, condono da verificare.

Il 31 agosto termina la sospensione Covid delle attività di riscossione, per cui dal 1° settembre 2021 ripartono le attività dopo un anno e mezzo di stop (fin dall’8 marzo 2020). Il riavvio della macchina amministrativa AdER (Agenzia delle Entrate – Riscossione, Ex Equitalia) comporta non soltanto l’obbligo di dover pagare le cartelle esattoriali arretrate entro la fine del mese, ma anche la ripartenza delle attività di notifica di nuove cartelle e atti, procedure esecutive, pignoramenti presso terzi (nuovi o effettuati prima del 19 maggio 2020) su stipendi, salari, altre indennità relative al rapporto di lavoro o impiego, pensioni e trattamenti assimilati.

Riprendono dal primo settembre anche le verifiche di inadempienza da parte di Pubbliche Amministrazioni e società a prevalente partecipazione pubblica, precedenti alle disposizioni di pagamento, a qualsiasi titolo, di importi superiori a 5mila euro.

Il condono cartelle fino a 5mila euro, affidate all’agente della riscossione fra il primo gennaio 200 e il 31 dicembre 2010, per i contribuenti con ISEE fino a 30mila euro, scatta il 31 ottobre automaticamente (comprese somme con i requisiti rientranti nella Rottamazione o nel Saldo e Stralcio). L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un servizio web di verifica per sapere se i propri debiti sono condonati o se si deve pagare entro le nuove scadenze previste.