Tratto dallo speciale:

Esonero canone RAI per imprese nel Sostegni bis

di Redazione PMI.it

scritto il

Esenzione canone RAI speciale per imprese: la novità del decreto Sostegni bis per il taglio dei costi fissi di strutture ricettive penalizzate dal Covid.

In base alle anticipazioni sul Decreto Sostegni bis, l’esenzione dal canone RAI speciale per l’intero 2021 spetta a tutte le strutture ricettive (alberghi, agriturismi, b&b, ecc.) e della ristorazione (ristoranti, bar, pub, ecc.)  che svolgono attività di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico. L’esonero riguarda dunque specifiche categorie di utenze professionali.

Il primo Decreto Sostegni aveva invece stabilito una riduzione del 30% del canone di abbonamento alla Tv di Stato, come agevolazioni sui costi fissi sostenuti nonostante le limitazioni imposte dalle norme anti Covid.

Per chi avesse già pagato non è possibile ottenere un rimborso ma è prevista la possibilità di chiedere un credito d’imposta corrispondente.

=> Canone Speciale RAI, guida completa per imprese

Si tratta di una tassa non da poco per la platea dei beneficiari, da 200 a 6mila euro a seconda dei casi (dipende dalla categoria, dalla struttura e dalla capienza). Il canone RAI speciale è dovuto dalle Partite IVA che dispongono di uno o più apparecchi televisivi presso i propri esercizi pubblici o locali aperti al pubblico.

In genere sono pub, bar e ristoranti, assieme agli alberghi e altre strutture turistiche. Pagano la tassa minima (circa 200 euro) anche le negozi, botteghe e studi professionali che espongono un televisore nei propri locali o in sala d’attesa.