Tratto dallo speciale:

Legge di Bilancio 2021: IMU, che cosa cambia

di Redazione PMI.it

scritto il

Ci sono novità in tema di IMU nella Legge di Bilancio 2021 che riguardano in particolare le imprese dei settori turismo e spettacolo: i dettagli.

È in via di approvazione definitiva la Legge di Bilancio 2021 e tra gli emendamenti proposti figura anche l’esonero dalla prima rata IMU prevista per giugno prossimo, pensata in particolar modo per il settore turistico e per quello dello spettacolo.

Vediamo tutte novità in arrivo per questi settori particolarmente colpiti dalla pandemia, dopo il voto e il via libera della Commissione Bilancio della Camera sulle numerose proposte di correttivi alla manovra presentati.

=> IMU prima casa, sentenza su coniugi in comuni diversi

Esenzione IMU in Legge di Bilancio 2021

La manovra 2021 esenta dalla quota statale e comunale dell’imposta municipale propria i possessori che siano anche gestori delle relative attività esercitate negli immobili adibiti a:

  • stabilimenti balneari marittimi;
  • stabilimenti lacuali e fluviali;
  • stabilimenti termali;
  • gli immobili classificati nella categoria catastale D/2 e relative pertinenze:
    • agriturismi, villaggi turistici, ostelli della gioventù;
    • alberghi e pensioni con fine di lucro;
    • colonie marine e montane;
    • affittacamere per brevi soggiorni;
    • case e appartamenti per vacanze;
    • bed and breakfast;
    • residence e campeggi;
  • immobili in uso a imprese di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici e manifestazioni.

=> Legge di Bilancio 2021: Bonus Casa, cosa c'è da sapere

Altre misure del pacchetto turismo

Nel pacchetto turismo troviamo anche:

  • la proroga fino al 30 aprile 2021 del credito d’imposta al 60% del canone di locazione degli immobili destinati alle imprese turistico-ricettive, esteso anche ad agenzie di viaggio e tour operator;
  • il rifinanziamento del fondo per il settore turistico previsto dal decreto Rilancio con 100 milioni per il 2021;
  • lo stanziamento di 20 milioni da destinare alle agevolazioni fiscali per la riqualificazione e il miglioramento delle strutture ricettive turistico alberghiere.