Bonus pubblicità, stop fino a febbraio 2019

di Redazione PMI.it

scritto il

Bonus pubblicità, importi definitivi 2018 e beneficiari 2017 soltanto dopo il 31 gennaio 2019: i chiarimenti sul credito d'imposta per investimenti (anche web) su stampa, radio e tv.

L’elenco dei beneficiari del bonus pubblicità che il dipartimento per l’Informazione e l’editoria ha messo online lo scorso 21 novembre riguarda esclusivamente il credito d’imposta 2018, con l’indicazione della somma “teoricamente fruibile”.

=> Consultare Cassetto Fiscale AdE

Le conferme dell’importo utilizzabile effettivamente e i dati relativi al bonus 2017 saranno invece comunicati successivamente al 31 gennaio 2019. E solo dopo che l’intera procedura sarà terminata si potrà godere del bonus pubblicità (I termini per la domanda si sono chiusi lo scorso 22 ottobre). La precisazione è fornita dallo stesso dipartimento dell’Editoria, che risponde così a specifiche richieste di chiarimento.

Il bonus pubblicità al 75% sugli investimenti incrementali (superiori almeno dell’1% sull’anno precedente) in pubblicità su quotidiani e periodici, locali e nazionali, anche online ed emittenti radio-televisive a diffusione locale riguarda il 2018. Per il secondo semestre 2017 (dal 24 giugno) solo investimenti su stampa quotidiana e periodica, anche online (non sulle emittenti radiotv).

Soltanto dopo fine gennaio prossimo saranno comunicati sia i dati relativi alle prenotazioni per il tax credit 2017, sia quelli definitivi sugli investimenti incrementali realmente effettuati nell’anno 2018, che saranno acquisiti dall’Agenzia dal primo al 31 gennaio 2019. Dunque, dopo il 31 gennaio, sarà comunicato l’ammontare del credito effettivamente fruibile per entrambe le annualità, con specifico provvedimento, e quindi saranno aggiornati e completati gli elenchi. Solo a quel punto, sarà possibile utilizzare il credito d’imposta in compensazione.