Tratto dallo speciale:

Ecobonus: guida e chiarimenti ENEA

di Noemi Ricci

scritto il

Chiarimenti e guida dell'ENEA sulle nuove detrazioni fiscali spettanti per gli interventi di riqualificazione energetica, ovvero del cosiddetto Ecobonus.

L’ENEA ha pubblicato sul proprio sito chiarimenti in merito alle novità introdotte dalla Legge n. 205/2017 relativamente alle agevolazioni per l’efficienza energetica, il cosiddetto Ecobonus.

=> Ecobonus e permessi edilizi: requisiti e domanda

Detrazioni fiscali ridotte

In attesa della pubblicazione di uno o più decreti sugli aspetti tecnici, procedurali e di controllo, a seguito dei quali verranno resi disponibili i vademecum aggiornati relativi ai singoli interventi, l’ENEA evidenzia che la detrazione passa dal 65% al 50% per gli interventi eseguiti dal 2018 relativi a:

  • finestre comprensive di infissi;
  • schermature solari;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

=> Bonus infissi: cambia la detrazione

Ecobonus al 65%

Scende al 50% anche la detrazione fiscale spettante per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal regolamento delegato (UE) n. 811/2013 della Commissione, del 18 febbraio 2013. Per questo intervento, però, se contestualmente all’installazione della caldaia a condensazione vengono installati sistemi di termoregolazione evoluti, appartenenti alle classi V, VI oppure VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02, o impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, la detrazione spettante è pari al 65% delle spese sostenute.

=> Bonus Edilizia e Mobili 2018

Restano confermate al 65% le detrazioni fiscali spettanti per:

  • interventi di coibentazione dell’involucro opaco;
  • pompe di calore;
  • sistemi di building automation;
  • collettori solari per produzione di acqua calda;
  • scaldacqua a pompa di calore;
  • generatori ibridi, cioè costituiti da una pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro.

Ecobonus dal 70% all’85%

Confermate al 70% e al 75% le aliquote di detrazione per gli interventi di tipo condominiale, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. Il limite di spesa è di 40.000 euro moltiplicato per il numero di unità immobiliari. In caso di interventi di efficientamento energetico su edifici appartenenti alle zone sismiche 1, 2 o 3, se finalizzati anche alla riduzione del rischio sismico determinando il passaggio a una classe di rischio inferiore, la detrazione sale all’80%, o all’85% se è dimostrabile una riduzione di 2 o più classi di rischio sismico. Il limite massimo di spesa consentito, in questo caso passa a 136.000 euro, moltiplicato per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio.

Fonte: ENEA