Amazon Loft for Xmas: store a Milano

di Redazione PMI.it

scritto il

Dal 16 al 26 novembre, Amazon apre a Milano il primo pop-up store italiano, per toccare con mano i prodotti da acquistare online e prepararsi al Black Friday e Cyber Monday 2018.

Dal 16 al 26 novembre, Amazon apre il suo primo pop-up store in Italia, in una location di oltre 500 metri quadrati a Milano, in via Dante 14. Gli showroom innovativi apriranno anche a Londra, Parigi, Madrid, Berlino e Amsterdam. Amazon Loft for Xmas offrirà a tutti la possibilità di toccare con mano moltissimi prodotti delle categorie disponibili su Amazon.it. Dopo aver raccontato il Single day in Cina oggi siamo dunque a parlare delle iniziative messe in atto a livello europeo per il Black Friday e Cyber Monday, che inaugurano il periodo di shopping natalizio.

Amazon loft for Xmas

L’apertura del primo Amazon loft for Xmas, è stata preparata con cura, coinvolgendo personaggi, uomini di spettacolo, iniziative sociali. Numerose le attività che animeranno l’evento: presentazioni di libri, incontri con artisti del momento, esibizioni live, showcooking e workshop.

All’interno dello store  sarà possibile provare tutti i dispositivi Amazon tra cui gli eReader Kindle, i tablet Fire e gli speaker intelligenti Amazon Echo con integrato il servizio vocale Amazon Alexa, recentemente arrivati in Italia.

I clienti Prime avranno a disposizione l’accesso esclusivo ad Amazon Loft for Xmas le domeniche 18 e 25 novembre, dalle 10:00 alle 13:00, per sperimentare i prodotti e parlare con gli esperti a disposizione.

Tutti coloro che visiteranno l’Amazon Loft, saranno accolti all’ingresso da un contatore di sorrisi. Amazon devolverà per ogni sorriso minuti di attività riabilitativa per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali.

Sono molti i brand che partecipano all’Amazon Loft for Xmas con i propri prodotti: Garmin, HP e i marchi P&G Oral B, Dash, Braun, Gillette, Swiffer, Fairy, Pantene, Head&Shoulders e Olaz, Clementoni, Disney, Kena Mobile, Lego, Microsoft, Asus, Foreo, Furbo, Geomag, Huawei, illy, IMC Toys, L’Oréal, Mars, Mediaset, Moulinex e Rowenta, Peg Perego, Philips Hue, Rizzoli, Scholl – Veet – Durex, Seat, Sony Mobile Communications, Sony Electronics, Sony Music, Sony Pictures e Sony Interactive Entertainment (PlayStation), Visa.

Black Friday 2018

Nulla è stato dunque lasciato al caso per il lancio della sesta edizione del Black Friday. L’Italia ed il suo tessuto di piccole e medie imprese sono un terreno ideale per Amazon, che anno dopo anno incrementa il fatturato e l’offerta di prodotti.

Amazon è guidata da quattro principi: ossessione per il cliente piuttosto che attenzione verso la concorrenza, passione per l’innovazione, impegno per un’eccellenza operativa e visione a lungo termine, che ben si declinano con le ambizioni e le necessità delle PMI italiane.

L’azienda guidata da Jeff Bezos ha annunciato nei mesi scorsi che le aziende italiane che vendono su Amazon Marketplace hanno raggiunto la cifra record nelle vendite all’estero di oltre €350 milioni nel 2017 attraverso gli undici siti web di Amazon, in sette lingue diverse, che consentono di raggiungere milioni di potenziali nuovi clienti.

Amazon per le PMI

Amazon ha sostanzialmente 2 business model, quello di puro e-commerce e quello del marketplace, che si equivalgono in termini di transato.

La metà di tutte le vendite sui siti Amazon nel mondo è infatti effettuata da aziende indipendenti presenti su Amazon Marketplace; le PMI esportano prodotti verso clienti in Europa, Nord America, Giappone, China e India. In sostanza oltre 10mila imprese italiane vendono su Amazon Marketplace e oltre un terzo esportano i loro prodotti soprattutto in Europa e alcune anche in tutto il mondo.

Per aiutare le piccole e medie imprese a esportare i loro prodotti, Amazon ha creato una serie di strumenti di supporto e servizi come la spedizione e la distribuzione a livello globale e la gestione del customer service nella lingua locale. O

gni anno Amazon traduce anche centinaia di milioni di schede prodotto, consentendo alle aziende di vendere a livello internazionale con un minimo sforzo. Amazon offre anche il servizio di logistica che essa stessa utilizza a supporto delle vendite su tutti i portali Amazon nel mondo, definito FBA.

Un impegno notevole quello messo in atto dal colosso di Seattle, che ha completato l’offerta a favore delle aziende e delle partite IVA italiane, presentando a giugno anche per il mercato italiano, Amazon Business, il servizio B2B che consente di inserire richieste di preventivi e impostare ordini a programma, la piattaforma si integra inoltre con i sistemi di e-procurement e le soluzioni per la pianificazione delle risorse delle imprese. Ad Amazon Business dedicheremo un approfondimento specifico nei prossimi giorni.

Nel 2017 le aziende italiane presenti su Amazon Marketplace hanno totalizzato vendite all’estero, in tutto il mondo, per oltre 350 milioni di euro. Come sottolineano in Amazon:

Grazie al commercio online, un numero crescente di PMI italiane può vendere i propri prodotti nel mondo e raggiungere nuovi clienti.

Il nostro obiettivo è continuare a fornire strumenti, supporto e consulenza a quelle piccole e medie imprese su Amazon Marketplace aiutandole a vendere i loro prodotti all’estero, a creare nuovi posti di lavoro e a dare una spinta all’economia.

Così come in Oriente il gruppo Alibaba, anche Amazon è un aggregatore e facilitatore per le aziende che desiderano esportare. La vivacità del tessuto industriale della PMI ha trovato nei marketplace un ottimo strumento, una piattaforma  per avvicinare nuovi mercati, verificandone, gusti, appeal del loro prodotto. Un servizio a costi definiti utili all’imprenditore per sperimentare e pianificare un approccio innovativo ai mercati. L’affidabilità del marketplace, con gli alti standard di servizio diventa infatti un veicolo per certificare in qualche modo la bontà del servizio e prodotto venduto sul marketplace.

Come spiega Sara Caleffi, Marketplace Director di Amazon.it:

Siti web come Amazon aiutano le piccole e medie imprese italiane a raggiungere i paesi esteri e questo è il motivo per cui continuiamo nella nostra mission di aiutarle a far crescere le loro attività online.

Vendendo all’estero con il mix di strumenti e la consulenza Amazon, potranno raggiungere il loro potenziale diventando globali e facendo crescere il proprio business. Non a caso, sono numerose le testimonianze di aziende che, grazie ad Amazon e ai marketplace, hanno esportato e consolidato la propria presenza sui canali digitali.

Negli ultimi anni, poi, sono sorte numerose iniziative e servizi a supporto dell’economia digitale. La sola Amazon impiega migliaia di persone in Italia. Ma è tutto il comparto del e-commerce che non conosce crisi. Gli imprenditori di successo hanno compreso quanto sia importante, in un momento di crisi di rivolgersi ai mercati esteri innovando i modelli di business, introducendo nuove modalità di vendita ed avvalendosi soprattutto di società di servizi atte a declinare nel modo più opportuno le potenzialità del mondo digitale.

________

di Lodovico Marenco, esperto E-commerce e marketplace