Export e artigianato, leve produttive

di Teresa Barone

scritto il

Dati positivi per la produzione industriale del settore manifatturiero: aumentano fatturato, export e occupazione.

La produzione industriale in Lombardia mostra evidenti segnali di crescita, caratterizzata da un incremento congiunturale dell’1,1% e un aumento su base annua pari al 3,6%. Dati positivi che caratterizzano anche l’artigianato e che coinvolgono l’occupazione su territorio.

Indici produttività

Secondo le cifre diffuse da Unioncamere, relative al primo trimestre 2018 e a un campione di più di 2800 aziende manifatturiere, tra imprese industriali (oltre 1.600 imprese) e artigiane (quasi 1.200 imprese), l’indice della produzione industriale sale a quota 111,0 riducendo lo scarto dal massimo pre-crisi a 2,2 punti percentuali, mentre per le aziende artigiane l’indice si trova ancora sotto quota 100.

Per quanto riguarda i settori, le variazioni positive più evidenti nel 2018 hanno coinvolto l’abbigliamento (+1,3%), i mezzi di trasporto (+2,2%), gli alimentari (+3,2%) e le industrie varie (+5,6%).

 

A trainare la ripresa è il comparto manifatturiero ma anche il suo export, tanto che il primo ha raggiunto i livelli europei e il secondo ha registrato ottime performance sia congiunturali che tendenziali.

Dal punto di vista occupazionale, invece, il saldo è pari a +1% grazie proprio all’aumento della produzione e del fatturato.