Tratto dallo speciale:

Esodati nella Legge di Stabilità 2013

di Noemi Ricci

scritto il

Fondo Esodati nella Legge di Stabilità 2013: appena 100 milioni di euro per estendere la platea dei salvaguardati dalla riforma delle pensioni, rispetto ai 5 miliardi necessari per tutelare tutti i lavoratori previsti nel ddl bocciato dal Governo.

Dopo la bocciatura del ddl esodati per mancanza di copertura finanziaria, a reperire i fondi per ampliare quanto meno la platea dei salvaguardati penalizzati dalla riforma delle pensioni ci penserà la Legge di Stabilità 2013 (ex manovra finanziaria): in arrivo, però, ci sono appena 100 milioni di euro, attingendo dal Fondo Letta.

Cosa mai si riuscirà a fare con una copertura finanziaria così esigua?

>>Legge di Stabilità 2013: consulta le misure in Finanziaria

Il Fondo Esodati previsto dalla Legge di Stabilità sembra però risibile e ci si chiede cosa mai potrà inventarsi la Commissione Lavoro per ridurre da 5 mld a 100 mln la copertura finanziaria necessaria a salvaguardare le migliaia di esodati in attesa di soccorso.

La Commissione Bilancio della Camera – alla luce della relazione tecnica della Ragioneria di Stato – non ha certo contestato la proposta Damiano & C. ma ha chiesto di rivedere il testo del ddl unificato o di cercare soluzioni alternative per finanziarne gli obiettivi.

Anche per il vicepresidente della commissione Lavoro della Camera, Giuliano Cazzola ”questi 100 milioni non bastano” per coprire il 2013-2014: “bisogna trovare altre risorse, come la copertura per chi fa lavori usuranti, prevista per legge ma che in realtà i lavoratori non hanno usato tutta: si potrebbe iniziare stralciando queste risorse”.

Tagli e tasse in arrivo. Intanto, i fondi per i nuovi interventi si troveranno dopo aver applicato una nuova “dose” di tagli in ottica spending review, ma anche dalla revisione delle agevolazioni fiscali alle imprese e dalla  imposizione della Tobin Tax sulle transazioni finanziarie (>> scopri la nuova tassa). Nella stessa occasione il ministro ha confermato che l’aumento IVA non ci sarà grazie ai 6,56 mld di euro che la Legge di Stabilità reperirà per lo scopo.

>> Leggi il piano di interventi della Legge di Stabilità 2013

Aumento IVA. Altro che scongiurare l’aumento dell’imposta: l’IVA aumenterà e come, ma di un punto anziché due: dal 10 all’11% e dal 21 al 22%.

Detassazione salario di produttività. Tra le altre misure è previsto che gli aumenti salariali aziendali derivanti da incrementi di produttività, innovazione ed efficienza organizzativa siano tassati al 10% dal 2013, fino ad un massimo di 3mila euro lordi (>> scopri le nuove regole sulla detassazione nel lavoro).

Direttiva UE Pagamenti PA. E sempre la Legge di Stabilità potrebbe contenere il recepimento della direttiva UE sul ritardo nei pagamenti alle imprese da parte della Pubblica Amministrazione, imponendo il limite dei 30 giorni anche in Italia (>> vai ai dettagli della direttiva).

I Video di PMI

Legge di Bilancio: l’iter istituzionale