Ue: 100 mln di euro per le Pmi con Eurostars

di Noemi Ricci

scritto il

L'UE ha dato il via libera all'assegnazione di fondi per sostenere il programma congiunto Eurostars che porterà alle Pmi europee 100 milioni di euro a sostegno dei progetti di sviluppo e ricerca

Al via l’assegnazione dei fondi dell’Unione Europea per sostenere il programma congiunto Eurostars.

È entrata infatti in vigore il 2 agosto la decisione 743/2008/CE del Parlamento e del Consiglio europei, datata 9 luglio e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Ue lo scorso 30 luglio.

L’iniziativa fa seguito ad un già confermato interesse della Comunità nell’importante programma di ricerca e sviluppo.

Il sostegno finanziario previsto per il programma congiunto Eurostar, in attuazione del Settimo programma quadro, sarà di 100 milioni di euro e fruisce dello stanziamento generale della Ue assegnato alla ricerca per il sostegno delle piccole e medie imprese.

Ad essere finanziate saranno infatti in primo luogo le attività di ricerca e sviluppo che coinvolgono una o più Pmi, secondo un approccio dal basso verso l’alto.

Altri 300 milioni di euro saranno messi a disposizione dai 25 Stati membri partecipanti, tra cui anche i cinque Paesi associati: Islanda, Israele, Norvegia, Svizzera e Turchia.

Il programma prevede assistenza alle imprese nella promozione del loro sviluppo tecnologico e aziendale e nella loro internazionalizzazione. Il tutto, con lo scopo di integrare gli esistenti programmi nazionali o europei che aiutano già le Pmi nel loro processo di innovazione, contribuendo alla realizzazione dello Spazio europeo della ricerca (SER).