Puglia: contributi a fondo perduto per le Pmi commerciali

di Chiara Bolognini

scritto il

Fino al 30 maggio le Pmi pugliesi potranno presentare la domanda per un contributo a fondo perduto che ammonta al 50% degli investimenti

Per le Pmi pugliesi c’è tempo fino al 30 maggio 2008 per partecipare al bando di finanziamento per le imprese del settore commerciale emanato dalla Regione.

Si tratta di un contributo a fondo perduto che ha l’obiettivo di contribuire alla riqualificazione e rivitalizzazione del sistema distributivo, con un’attenzione riservata soprattutto ai centri storici e alle zone a naturale vocazione commerciale, compresi i mercati su aree pubbliche.

Possono beneficiare del contributo le piccole e medie imprese (ditte individuali e società) che esercitino l’attività commerciale al dettaglio nel territorio della Regione.

Le iniziative per cui è prevista l’agevolazione riguardano principalmente realizzazione di nuovi impianti e ammodernamento, ristrutturazione o trasferimento di unità locali esistenti.

Altre spese ammissibili sono: studi, progettazione, spese e acquisizione di servizi (limite 5%), attrezzature mobili per la vendita nelle aree mercatali e per i progetti di associazione di via, macchinari, impianti e attrezzature mobili necessari alla gestione dell’attività.

E poi ancora, programmi informatici connessi alle esigenze d’impresa; opere di adeguamento e infrastrutture aziendali relative in immobili preesistenti; sistemi di sicurezza antintrusione; spese per la tutela dell’ambiente.

Il contributo è a fondo perduto e ammonta al 50% nel limite massimo di 100.000 euro e con un limite minimo investimenti di 15.000 euro.

Per informazioni si può consultare il sito della Regione Puglia.