Bonus Mamma Domani: cosa cambia con l’Assegno Unico

Risposta di Barbara Weisz

scritto il

Carmen chiede:

Chi è in gravidanza ma non può ancora richiedere il bonus mamma domani, da gennaio fino a marzo 2022 (momento in cui inizieranno ad erogare il nuovo assegno familiare), cosà potrà ottenere? Leggo che la retroattività è da giugno a marzo 2022, ma la possibilità di richiederlo parte dal 7° mese di gravidanza (quindi da gennaio 2022). Io non vi rientro per due mesi: perdo tutto? Sia i vecchi bonus (come il bonus mamma domani) sia il nuovo assegno unico? L’ISEE da presentare a gennaio è relativo ai redditi 2019 o 2020?

Al posto del Premio alla nascita (Bonus Mamma Domani) da 80 euro, a partire dal mese di gennaio 2022 si potrà presentare la domanda di Assegno Unico Figli Universale. Nel caso in cui nel sia ancora al settimo mese di gravidanza, dovrà aspettare di avere questo requisito per fare la richiesta.  L’assegno viene poi corrisposto dal mese di marzo. Se la domanda viene presentata entro giugno e spettano anche gli arretrati da marzo.

Quindi, per quanto la riguarda, lei non perde misure di sussidio economico per la genitorialità, perché saranno comunque assorbite dal nuovo AUUF (Assegno Unico Universale per i Figli a carico). L’Assegno Unico Universale, infatti, sostituisce una serie di prestazioni precedentemente previste, fra cui il Bonus Bebè (Assegno di natalità) e il Bonus Mamma Domani.

Se lei non ha ancora maturato il requisito per avere questo incentivo economico (premio alla nascita) nel 2021, in effetti nel 2022 non potrà farne richiesta, tuttavia l’importo dell’Assegno Unico è pensato per integrare tutto quel che fino al 2021 si sarebbe potuto percepire.

=> Calcola il tuo ISEE online

L’ISEE da presentare a gennaio si riferisce ai redditi 2020. La DSU le consentirà di quantificare in maniera esatta l’importo del sussidio, che diversamente viene erogato nella misura minima di 50 euro per ciascun figlio a carico, previa domanda all’INPS (chi non presenta l’ISEE, viene considerato appartenente alla soglia massima e pertanto percepisce il minimo).

Hai una domanda che vorresti fare ai nostri esperti?

Chiedi all'esperto

Risposta di Barbara Weisz