Proroga contributi INPS Artigiani e Commercianti: si paga il 20 agosto

di Redazione PMI.it

scritto il

L'INPS conferma la proroga al 20 agosto per i contributi di Artigiani e Commercianti in attesa dell'anno bianco, dopo l'inserimento nel DL Sostegni bis.

Con al Circolare INPS n.85 del 10 giugno 2021, si conferma lo slittamento della prima rata dei versamenti dovuti dagli iscritti alle Gestioni speciali autonome degli artigiani e degli esercenti attività commerciali. La scadenza dello scorso 17 maggio si conferma spostata al 20 agosto.  La Circolare dà seguot al precente Messaggio n.1911 del 13 maggio, a seguito del nullaosta del Ministero del Lavoro ed in attesa della pubblicazione del decreto interministeriale di attuazione dell’esonero parziale della contribuzione previdenziale e assistenziale dovuta dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti iscritti alle gestioni autonome speciali dell’INPS e alle casse previdenziali professionali autonome. Il riferimento dello scorso maggio era all’applicazione del cosiddetto anno bianco contributivo (esonero parziale) riservato ai soggetti che abbiano percepito nel periodo d’imposta 2019 un reddito complessivo lordo imponibile ai fini IRPEF non superiore a 50.000 euro e subito un calo del fatturato o dei corrispettivi nel  2020 non inferiore al 33% rispetto a quello del 2019.

L’articolo 1, comma 21, della legge n. 178/2020 (la Manovra 2021) ha demandato la definizione dei criteri e delle modalità di concessione dell’esonero contributi 2021 all’adozione di uno o più decreti, il cui iter di pubblicazione è in corso di definizione. Nel frattempo, l’articolo 47 del Decreto Sostegni bis (decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 123 del 25 maggio), ha previsto che il versamento può essere effettuato entro il 20 agosto 2021, senza alcuna maggiorazione. Per evitare versamenti non dovuti da una parte della platea interessata, pertanto, l’INPS aveva quindi già differito per tutti gli artigiani ed i commercianti iscritti INPS il termine di pagamento.

Ricordiamo che tali importi sono disponibili nel Cassetto previdenziale per Artigiani e Commercianti (Posizione assicurativa > Dati del modello F24). Le scadenze di pagamento sono al momento:

  • 20 agosto 2021 (prima e seconda rata sul minimale di reddito), 16 novembre 2021 (terza rata), 16 febbraio 2022 (quarta rata);
  • entro i termini di pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche per la quota eccedente il minimale (saldo 2020, primo e secondo acconto 2021).

Dunque, viene confermato lo slittamento per attenuare gli effetti dell’emergenza Covid 19 e favorire la ripresa. Sui versamenti suddetti effettuati entro la data del 20 agosto 2021 non verranno applicate sanzioni civili o interessi.