Poste Italiane: incentivi esodo e assunzioni

di Redazione PMI.it

scritto il

Il programma occupazione di Poste Italiane: 3000 nuove assunzioni, inserimento risorse part-time grazie a incentivi esodo volontario per la pensione.

Grazie alla firma dell’accordo con i sindacati, Poste Italiane si impegna ad assumere oltre tremila nuovi lavoratori entro il 2020. L’ambizioso programma di inserimenti si basa infatti sull’intesa con le sigle sindacali che segue quella siglata per il triennio 2018-2020.

Sono previste 3170 assunzioni oltre all’inserimento di risorse part-time negli stabilimenti di Posta, Comunicazione e Logistica, facendo fronte al piano di uscite basato su esodi volontari incentivati.

Nel dettaglio, l’accordo prevede la definizione di un nuovo modello di funzionamento della rete logistica più automatizzato e l’introduzione della “Lean Production”, modalità di organizzazione del lavoro che assicura il miglioramento continuo dei processi produttivi favorendo la partecipazione dei lavoratori.

L’intesa, oltre a prevedere l’esodo incentivato come strumento per la riorganizzazione dell’organico e le conversioni a part-time, porterà alla ricollocazione in produzione attraverso processi di mobilità professionale o territoriale.

Nuove risorse a tempo parziale, inoltre, saranno inserite per rafforzare le attività di sportello negli uffici postali addette al front end.