Ordinare un elenco, una tabella o un insieme di paragrafi in Zoho Writer

di Giulio Vito de Musso

scritto il

Tra i software dei pacchetti per l’office automation quello che più di tutti è preposto a gestire dati alfanumerici significativi (ad esempio per ordinarli) è il foglio di calcolo. Tuttavia quest’ultimo non ha tanti strumenti per la visualizzazione stilizzata e formattata dei dati come invece accade per i word processor.

Zoho Writer dà la possibilità di ordinare i dati alfanumerici di elenchi, paragrafi e tabelle in maniera personalizzata e completa, offrendo all’utente la potenza di questo strumento tipico dei fogli di calcolo all’interno di un word processor.

La funzionalità in esame è il Sort ed è applicabile, come detto, a elenchi (puntati e numerati), colonne di tabelle e paragrafi.

Per ordinare una colonna di una tabella inseriamo prima i dati. Successivamente selezioniamo un elemento della colonna e scegliamo dal menù del tasto destro la voce “Sort”.

Si aprirà una finestra che permetterà di selezionare la colonna di ordinamento, il tipo di dato (alfabetico, numerico, data) e il tipo di ordinamento (ascendente o discendente).

Inoltre nella seconda parte della finestra potremo selezionare due flag che rispettivamente permettono di trattare la prima riga come intestazione (e quindi non sarà inserita tra le righe da ordinare) e specificare se l’ordinamento è sensibile alle maiuscole.

Noteremo anche un link “more” che espanderà la finestra aggiungendo altre liste di colonne. Infatti Writer permette di specificare più livelli di ordinamento in modo da gestire i casi di omonimia fra i dati di una colonna ordinata.

Per quanto riguarda l’ordinamento degli elenchi il procedimento è analogo con la sola differenza che non sarà possibile (ovviamente) specificare che la prima riga è un’intestazione e specificare più livelli di ordinamento.

L’ordinamento dei paragrafi differisce dagli altri solo per il fatto di dover selezionare prima solo e tutti i paragrafi interessati all’ordinamento.

I Video di PMI

Quota 100: regole, pro e contro