Tratto dallo speciale:

IV Conto Energia: online graduatorie impianti

di Noemi Ricci

scritto il

Quarto Conto Energia, pubblicata dal GSE la versione definitiva del Registro dei grandi impianti fotovoltaici che possono accedere agli incentivi, andando a correggere gli errori della precedente lista.

Quarto Conto Energia, il Gse ha finalmente reso disponibile la versione definitiva del Registro dei grandi impianti fotovoltaici che definisce la graduatoria di accesso alle tariffe incentivanti, come stabilito dal Decreto Ministeriale 5 maggio 2011. La lista aggiorna e sostituisce la precedente, ritirata dopo che erano stati palesati alcuni errori di compilazione.

Questi sarebbero stati causati, secondo il Gse, dall’elevato numero di richieste di iscrizione al Registro presentate: circa 5mila per un totale di oltre 6mila megawatt di potenza fotovoltaica. Numerose inoltre le pratiche incomplete o errate. Così il Gse ha dovuto ritirare gli elenchi e procedere all’analisi di merito della documentazione.

Nel comunicato ufficiale del Gestore si legge che «l’analisi della documentazione allegata alla richiesta di iscrizione, iniziata subito dopo la pubblicazione, ha evidenziato la mancanza di documenti essenziali per l’iscrizione nonché numerose incongruenze e difformità tra quanto dichiarato dai soggetti responsabili e quanto si deduceva dalla documentazione inviata».

Per le associazioni la spiegazione risiede nel meccanismo di iscrizione al Registro, ritenuto troppo complesso. Arriva così la richiesta di modificarne i criteri d’accesso o, addirittura, di eliminare del tutto il Registro.

Ci stiamo riferendo all’Elenco A, nel quale sono stati inseriti 831 impianti che rientrano nei requisiti richiesti dal Quarto Conto Energia. L’elenco è stato stilato tenendo conto delle data prevista per la fine dei lavori dell’impianto. In caso di date di fine lavori coincidenti hanno avuto la precedenza all’anteriorità della data del titolo autorizzativo. Lo stesso criterio è stato utilizzato per decretare la precedenza in base alla potenza dell’impianto (con una generale priorità per quelli minori), qui ha fatto fede la data di iscrizione al Registro.

Ricordiamo perl che l’inserimento in graduatoria, pur essendo necessario, non basta di per sé a garantire l’accesso agli incentivi. Sarà infatti discriminante per l’erogazione delle tariffe la conformità della documentazione presentata con gli obblighi di legge e l’assenza delle condizioni ostative di cui agli articoli 23 e 43 del D.lgs. 28/11.

Per conoscere l’Elenco C, ovvero la graduatoria degli impianti che non rientrano nei limiti di costo stabiliti dal Quarto Conto Energia bisognerà invece attendere le prossime settimane, e dell’Elenco D di quelli esclusi per incompletezza della documentazione presentata; mentre l’Elenco B degli impianti già in esercizio è già online.

_________________________________

Articoli e Documenti Correlati