Fonti rinnovabili: incentivi alle imprese in Liguria

di Teresa Barone

scritto il

Favorire la produzione energetica da fonti rinnovabili: questo il fine del bando pubblicato dalla Regione Liguria e diretto alle aggregazioni di imprese.

La Regione Liguria ha istituito un bando a favore delle imprese locali riunite in consorzi, società consortili, filiere e raggruppamenti temporanei (R.T.I), per finanziare investimenti nel settore delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico.

Bando imprese aggregate

Il bando è diretto alle aggregazioni di almeno tre imprese, e la maggioranza deve avere sede nel territorio della Regione Liguria. La Regione finanzia interventi volti a incentivare il risparmio energetico, sia attraverso la razionalizzazione dei processi sia con la riqualificazione energetica degli immobili.

È possibile chiedere i finanziamenti anche per realizzare nuovi impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Spese ammissibili

È possibile utilizzare i fondi per coprire le spese relative alla diagnosi energetica, alla progettazione dei lavori e alla creazione di dispositivi di sicurezza nei cantieri, alla realizzazione opere edili connesse al progetto, all’acquisto di software gestionali specifici o di diritti di brevetto. In ogni caso sono coperte le spese relative a iniziative avviate a partire dal 1 gennaio 2011.

Finanziamenti fino a 200 mila euro

Il bando prevede la concessione di finanziamenti per investimenti superiori ai 100 mila euro: la Regione Liguria offre sostegno finanziario fino all’80% delle spese ammissibili, e comunque per cifre che non superino i 200 mila euro. I contributi sono a fondo perduto (per il 50% del finanziamento concesso), e a tasso agevolato (0,50%). La durata del finanziamento varia in funzione della tipologia di intervento, da un minimo di 5 anni fino a un massimo di 8.

Le domande di ammissione possono essere inviate in modalità telematica dal 15 febbraio al 15 marzo 2012.

Il bando è pubblicato sul sito della Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico