Incentivi Rinnovabili Decreto FER 1: Guida ai Bandi 2020-2021

di Redazione PMI.it

scritto il

Guida GSE agli incentivi rinnovabili del Decreto FER1 e calendario bandi fino al 2021: impianti ammessi, accesso incentivi, meccanismo di agevolazione.

Incentivi Rinnovabili ai nastri di partenza: come da calendario, il quarto bando si aprirà il 30 settembre, per chiudersi il 30 ottobre includendo anche il contingente eventualmente non assegnato nella sessione precedente.

Il riferimento normativo è il Decreto FER 1 del 4 luglio 2019, su cui il Gestore dei Servizi Energetici GSE ha realizzato un portale web apposito che schematicamente ricorda ambito di applicazione, indicazione dei quattro gruppi in cui si suddividono gli impianti che hanno diritto agli incentivi, procedure di iscrizione ai registri e di partecipazione alle gare, potenza disponibile, calendario dei bandi fino al 2021.

Sono dunque reperibili online tutti i materiali per gli incentivi alle energie rinnovabili.

Impianti ammessi

Innanzitutto, la suddivisione degli impianti in base a tipologia, fonte energetica rinnovabile e categoria di intervento:

  • Gruppo A:
    • impianti eolici on-shore di nuova costruzione, integrale ricostruzione, riattivazione o potenziamento;
    • impianti fotovoltaici di nuova costruzione.
  • Gruppo A-2: impianti fotovoltaici di nuova costruzione, i cui moduli sono installati in sostituzione di coperture di edifici e fabbricati rurali su cui è operata la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto.
  • Gruppo B:
    • impianti idroelettrici di nuova costruzione, integrale ricostruzione (esclusi gli impianti su acquedotto), riattivazione o potenziamento;
    • impianti a gas residuati dei processi di depurazione di nuova costruzione, riattivazione o potenziamento.
  • Gruppo C: impianti oggetto di rifacimento totale o parziale
    • eolici on-shore;
    • idroelettrici;
    • a gas residuati dei processi di depurazione.

Meccanismo

L’accesso agli incentivi prevede due modalità.

  • Iscrizione ai registri: per gli impianti di potenza superiore a 1 kW (20 kW per i fotovoltaici) e inferiore a 1 MW che appartengono ai Gruppi A, A-2, B e C. Attraverso i registri è assegnato il contingente di potenza disponibile sulla base di specifici criteri di priorità.
  • Partecipazione a procedure d’asta: impianti di potenza superiore o uguale a 1 MW che appartengono ai Gruppi A, B e C. Attraverso le aste è assegnato il contingente di potenza disponibile, in funzione del maggior ribasso offerto sul livello incentivate e, a pari ribasso, applicando ulteriori criteri di priorità.

=> Rinnovabili: pronto il modello incentivi Conto Energia

Bandi

Le richieste di iscrizione, ai Registri e alle Aste, si presentano tramite il Portale FER-E, trasmettendo al GSE la documentazione richiesta. Sono previsti sette bandi, con le seguenti tempistiche:

In ciascuna delle sette procedure di Registro o Asta, vengono assegnati differenti contingenti di potenza, in funzione del gruppo di appartenenza degli impianti.

L’incentivo è riconosciuto all’energia elettrica prodotta netta immessa in rete dall’impianto, tre le definizioni di tariffa.

  • Tariffa di riferimento: determinata, in funzione della fonte e tipologia dell’impianto e della potenza, applicando le tariffe e le eventuali riduzioni previste dal D.M. 23/6/2016, per gli impianti non fotovoltaici iscritti in posizione utile nei Registri, che entrano in esercizio entro un anno dall’entrata in vigore del D.M. 04/07/2019 e che non hanno beneficiato di specifici criteri di priorità previsti da quest’ultimo. E le tariffe di cui all’Allegato 1 al D.M. 04/07/2019 per tutti gli altri impianti.
  • Tariffa offerta: calcolata applicando alla tariffa di riferimento le eventuali riduzioni richieste dal Soggetto Responsabile in fase di iscrizione ai Registri o alle Aste, al fine di beneficiare dei relativi criteri di priorità.
  • Tariffa spettante: calcolata applicando alla tariffa offerta le ulteriori riduzioni previste dal D.M. 04/07/2019 per gli impianti risultati in posizione utile nelle graduatorie dei Registri e delle Aste e successivamente ammessi agli incentivi.

Incentivi

Due, infine, i meccanismi incentivanti:

  • Tariffa Onnicomprensiva (TO): costituita da una tariffa unica, corrispondente alla tariffa spettante, che remunera anche l’energia elettrica ritirata dal GSE;
  • Incentivo (I), calcolato come differenza tra la tariffa spettante e il prezzo zonale orario dell’energia, poiché l’energia prodotta resta nella disponibilità dell’operatore.

Gli impianti di potenza fino a 250 kW possono scegliere una delle due modalità, con la possibilità di passare da una modalità all’altra non più di due volte nel corso dell’intero periodo di incentivazione. Gli impianti di potenza superiore a 250 kW possono invece accedere al solo Incentivo.

I Video di PMI

Finanziamenti energie rinnovabili e risparmio energetico