Roma, bando da 500mila euro per le micro-imprese

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Ancora aperti i termini di adesione al bando per le piccole imprese della Capitale: sul piatto, un fondo da 500 mila euro per il sostegno allo sviluppo e alla competitività. Contributi fino a 25mila euro, scadenza 30 settembre

Per il sostegno agli investimenti delle micro-imprese capitoline, la Provincia di Roma ha predisposto un fondo di 500mila euro cui si potrà accedere dalle aziende locali attive nei settori Turismo, Artigianato, Terziario e Servizi alle imprese e alle persone.

Il bando per la competitività prevede l’accesso alle agevolazioni anche per la creazione di impresa per le spese da sostenere in fase di start-up, o anche per ammodernamento, ampliamento, ristrutturazione e cambiamento di localizzazione.

Unico vincolo, possedere i requisiti di micro-impresa ed essere localizzati nei comuni dell’Area Sabina o Area Valle del Tevere.

Il termine ultimo per presentare la domanda è invece il prossimo 30 settembre.

Per quanto riguarda i fondi disponibili per ogni impresa, si tratta di contributi in conto capitale, che non potranno comunque superare i 25 mila euro per ciascuna al netto d’IVA, e potranno coprire non oltre il 50% delle spese ammissibili.

Tra le spese ammissibili si considerano sia interventi di progettazione, come gli studi di fattibilità, la direzione lavori o la redazione del business plan, sia interventi di registrazione brevetti, di realizzazione di sistemi di qualità e di realizzazione del marchio aziendale.

A queste potranno essere sommate le spese di ristrutturazione, anche impianti e opere murarie, e quelle per l’acquisto di macchinari attrezzature e impianti specifiche, compresi gli arredi.

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali