Occupazione: bando e domanda per i nuovi incentivi statali

di Noemi Ricci

scritto il

Incentivi per l'assunzione a tempo indeterminato o stabilizzazione di giovani e donne con il Fondo per l’occupazione giovanile e femminile previsto dalla manovra finanziaria 2011: bando e istruzioni per accedere ai contributi statali.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando per i datori di lavoro che stabilizzano, entro il 31 marzo 2013, giovani fino a 29 anni e donne di qualunque età, come previsto dal Fondo straordinario per l’occupazione femminile e giovanile (=> consulta i contributi previsti).

Quest’ultimo eroga alle imprese incentivi statali fino a 12mila euro per ciascun lavoratore assunto con contratto stabile.

Scarica il bando

Requisiti

Le risorse del bando verranno erogate alle imprese che assumeranno giovani e donne con contratti a tempo indeterminato (=> consulta i requisiti), oppure se stabilizzeranno i rapporti di lavoro già in essere o cessati da non oltre sei mesi). In particolare, potranno trasformare in assunzioni permanenti:

  • contratti a termine
  • collaborazioni coordinate e continuative (anche a progetto)
  • associazioni in partecipazione con apporto di lavoro

Incentivi di importo minore verranno riconosciuti anche a chi instaura rapporti di lavoro a tempo determinato ( => leggi le novità in arrivo) con giovani e donne con normale orario di lavoro, di durata non inferiore a 12 mesi, se nell’azienda si incrementa la base occupazionale.

Incentivi erogati

Alle imprese verrà corrisposto un incentivo pari a 12mila euro per ciascun lavoratore assunto a tempo indeterminato,  e 3mila euro in caso di contratti a tempo determinato (4 mila se il contratto a tempo determinato supera i 18 mesi; 6 mila se supera i 24 mesi).

In entrambi i casi è stabilito un limite di 10 contratti per ciascun datore di lavoro. Le assunzioni dovranno avvenire a partire dalla data di pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale fino alla data del 31 marzo 2013.

Modello di domanda

La domanda di ammissione agli incentivi dovrà essere inviata per via telematica all’INPS, compilando il modulo DON-GIOV e utilizzando l’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente” resa disponibile dall’Istituto (percorso: “servizi on line”, “per tipologia di utente”, “aziende, consulenti e professionisti”, “servizi per le aziende e consulenti” (autenticazione con codice fiscale e PIN), “dichiarazioni di responsabilità del contribuente”).


Scarica il modello di domanda

La ricevuta che verrà rilasciata dal sistema attesterà l’ordine cronologico con il quale perverranno le istanze.

L’INPS, nella circolare n. 122 rende noto che «successivamente verranno rilasciate le funzionalità che consentiranno di conoscere l’esito dell’istruttoria dell’Istituto» e che «con successivo messaggio saranno indicate le modalità con cui l’Istituto verificherà i presupposti di accoglimento delle istanze e le modalità di fruizione dell’incentivo autorizzato; verranno anche indicate le modalità di rilevazione contabile degli incentivi. Verranno altresì rese note le modalità con cui sarà possibile conoscere la variazione delle risorse disponibili, in relazione alle istanze e alle autorizzazioni che  interverranno».

Fondo occupazione di giovani e donne

L’obiettivo del Fondo straordinario  di finanziamento attivato Ministero del Lavoro è di creare rapporti di lavoro stabili, favorendo l’incremento in termini quantitativi e qualitativi dell’occupazione femminile e giovanile.

La creazione di tale Fondo è previsto dall’art. 24, comma 27 del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011 n. 214 (Decreto Salva Italia).

Il plafond del Fondo è stato stabilito nel limite di spesa di 196 milioni e 108.953 euro per l’anno 2012 e di 36 milioni per il 2013, che verranno – come detto – gestiti dall’INPS.

Per maggiori informazioni vai alla circolare INPS e relativi allegati.