Sviluppo agroalimentare in Veneto

di Teresa Barone

scritto il

Bando per favorire lo sviluppo di filiere corte agroalimentari in Veneto: domande entro marzo.

La Regione Veneto stanzia un milione di euro per promuovere lo sviluppo delle filiere corte, vale a dire coinvolgenti non più di un intermediario tra agricoltore e consumatore. Il bando si rivolge al Gruppo di Cooperazione, consorzio di imprese, contratti di rete, RTI, ATI, ATS, che sia composto da imprese agricole e da associazioni di consumatori.

=> Turismo e Agroalimentare: formazione in Veneto

Copertura spese

Il bando prevede lo stanziamento di risorse volte a coprire il 70% della spesa sostenuta, da un minimo di 10 mila euro a un massimo di 50 mila euro. Tra i costi finanziabili figurano le spese amministrative e legali per la costituzione del GC e per la predisposizione del progetto esecutivo di filiera corta, i costi di animazione nell’area interessata, i costi di esercizio della cooperazione, le spese per le attività di promozione e informazione e per l’organizzazione di specifici eventi formativi.

Domande

Le domande possono essere presentate entro il 27 marzo 2017, come indicato sul sito della Regione Veneto.

=> Leggi tutte le news per le PMI del Veneto