Patrimonio Rilancio: sostegno alle SpA italiane

di Redazione PMI.it

scritto il

Strumento ministeriale gestito da Cassa Depositi e Prestiti, finanzia la patrimonializzazione delle imprese italiane con oltre 50 milioni di fatturato.

Operativo Patrimonio Rilancio, lo strumento straordinario (e temporaneo) del Ministero dell’Economia e delle Finanze, gestito da Cassa Depositi e Prestiti, volto a sostenere le imprese italiane con fatturato superiore a 50 milioni di euro. Obiettivo, supportare la patrimonializzazione delle imprese medio-grandi colpite dall’emergenza Covid-19.

L’iniziativa è riservata alle società per azioni italiane, anche non quotate. Lo strumento prevede una gamma di soluzioni finanziarie per il rafforzamento patrimoniale, adottando processi innovativi di richiesta e di valutazione, integralmente digitali così da risultare semplici e veloci.

Patrimonio Rilancio prevede tre ambiti di operatività:

  1. Fondo Nazionale Supporto Temporaneo: interventi temporanei in aziende che hanno subìto impatti derivanti dall’emergenza Covid-19, coerenti con le misure previste dalla Commissione Europea nel “Quadro Temporaneo per le misure di aiuti di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19″.
  2. Fondo Nazionale Strategico: investimenti di lungo periodo, con il coinvolgimento di altri investitori di mercato, in imprese caratterizzate da solide prospettive di crescita, per supportarne i piani di sviluppo.
  3. Fondo Nazionale Ristrutturazioni Imprese: interventi in aziende caratterizzate da temporanei squilibri patrimoniali e finanziari, ma con adeguate prospettive di redditività futura.

Per assistenza nell’accesso alle soluzioni del Patrimonio Rilancio è disponibile un contact center (n. 800 02 030) oppure un servizio di contatto email.