Conti correnti online: ecco le opinioni e le scelte degli italiani

di Redazione PMI.it

scritto il

L'analisi delle opinioni degli italiani sui conti correnti online rivela le banche innovative più ricercate sul Web ed i pareri degli utenti sui conti.

L’analisi dei commenti degli italiani su Web e Social effettuata da T-Voice (opinion mining, sentiment analysis e topic discovery) ha rivelato che gli italiani non sembrano apprezzare molto i conti correnti tradizionali, evidenziando una tendenza a preferire i conti correnti online. Un trend confermato dall’analisi su più di 12.000 testi in lingua italiana riguardanti il tema “conti correnti online” presenti sul Web e sui principali social network per il periodo che va dal 1° gennaio al 14 febbraio 2021. Vediamo in dettaglio cosa è emerso.

=> Conti correnti: gli italiani preferiscono il web

Online: conti correnti e non solo

Andando ad osservare gli hashtag più utilizzati correlati al tema dei conti corrente online si nota subito una differenza sostanziale rispetto a quanto emerso dalla ricerca sui conti offline: mentre per i contri tradizionali gli utenti sembravano concentrarsi sugli aiuti di Stato (primo fra tutti il cashback) con riferimento ai conti online il focus sembra spostato sulla ricerca di soluzioni innovative per i propri risparmi ed investimenti.

Tra gli hashtag più ricorrenti troviamo ad esempio:

  • #selfy (con trend in ascesa insieme all’hashtag #bancamediolanum), il conto corrente online di Banca Mediolanum che offre canone gratis il primo anno per i nuovi clienti, azzerato per chi ha meno di 30 anni il canone, 100 GB con TIM accreditando lo stipendio, carta di debito e prelievi gratuiti;
  • #iwbank che offre un conto corrente online con canone mensile di 5 euro azzerabile, effettuando alcune operazioni o semplicemente accreditando stipendio o pensione;
  • #wibida che propone un conto zero spese per i primi 12 mesi per i nuovi clienti, o per sempre con l’accredito dello stipendio, e un tasso lordo annuo dell’1,00% sui vincoli a 6 mesi;
  • #hype, la proposta della società del gruppo Sella che offre conto e carta contactless con IBAN, subito disponibile e senza nessun costo con ricariche e prelievi gratuiti in tutto il mondo e una comoda app per gestire il tutto;
  • #Fineco, banca del Gruppo UniCredit che offre un conto corrente online ritenuto tra i più completi, moderno e sicuro, oltre che a zero spese;
  • #N26, banca tedesca online che offre servizi di home banking direttamente da smartphone;
  • #blockchain;
  • #trading;
  • #mercatifinanziari.

Passando all’analisi che consente di individuare i temi di discussione sulla base dell’associazione delle parole, i principali issuer di conti online rigardano il tema del cashback associato alle carte di debito e il tema dei buoni sconto Amazon o codici promozionali all’attivazione di un nuovo conto.

La sentiment analysis, che misura il percepito degli italiani rispetto al tema in analisi, evidenzia che riguardo ai conti correnti online:

  • il 38% degli italiani esprime pareri positivi;
  • il 34% assume una posizione neutrale;
  • il restante 28% esprime opinioni negative.

=> Carte di credito prepagate: guida alle tipologie

Misurando il livello di discussione rispetto al tema in analisi, scopriamo che i conti corrente online di cui si discute di più sono:

  • Selfy (12,83%);
  • Revolut, la carta-conto tra le più conosciute nel settore fintech che offre un conto corrente online totalmente gratuito, gestibile al 100% dallo smartphone, e una carta di debito con IBAN versatile che consente anche di comprare criptovalute e presto consentirà di fare trading online e prestare denaro (11,58%);
  • Fineco (11,15%);
  • N26 (8,31%);
  • Hello bank che offre agli under 30 un conto zero spese fino a 28.500 punti PAYBACK che valgono, ad esempio, 150€ di buoni regalo Amazon.

Incrociando i risultati delle analisi riguardanti temi di discussione con il livello di sentiment per valutarle congiuntamente e capire come ciascun tema incide sul sentiment complessivo, si scopre che:

  • il nuovo conto Selfy è tra quelli più associati a opinioni positive;
  • Hype risulta essere molto apprezzato;
  • Genius (di UniCredit), Revolut e Tinaba sono tra i più contestati.

 

 

I Video di PMI