Tratto dallo speciale:

Coronavirus: da Banca IFIS e BEI 50mln per la crescita delle PMI

di Redazione PMI.it

scritto il

Nuovo accordo tra banca IFIS e BEI per sostenere gli investimenti e la crescita delle PMI: scopri i nuovi finanziamenti a tassi e durate più vantaggiosi.

Sottoscritto da parte di Banca IFIS e BEI (Banca Europea per gli Investimenti) un nuovo accordo che mette in campo 50 milioni di euro per finanziare e sostenere progetti di investimento e crescita delle piccole e medie imprese italiane. Si tratta della seconda intesa sigliata tra le due banche che va nella stessa direzione di quella stretta a giugno 2019, di analogo importo.

La nuova convenzione fa parte di un ampio progetto paneuropeo finanziato da BEI del valore complessivo di cinque miliardi di euro e definito “Covid-19”, un’iniziativa volta quindi a sostenere l’economia e in particolare le PMI durante la pandemia mondiale da Coronavirus. Vediamo in dettaglio cosa prevede la rinnovata partnership per le PMI tra banca IFIS e BEI.

=> Coronavirus: vademecum per un post lockdown contactless

Banca IFIS e BEI: partnership per le PMI

L’intesa prevede contratti di finanziamento a tassi vantaggiosi per tutte le aziende dei diversi settori produttivi e il finanziamento del capitale circolante per far fronte alle esigenze di liquidità e arginare gli effetti della pandemia.

Beneficiari: a poter attivare i contratti di finanziamento messi a disposizione da Banca IFIS a tassi di interesse e durate più vantaggiosi potranno essere le piccole e medie imprese di tutti i settori produttivi, dall’agricoltura all’artigianato, dall’industria ai servizi, dal turismo al commercio, ai trasporti, all’energia e all’ambiente.

I progetti finanziabili potranno riguardare:

  • investimenti materiali e immateriali, tra cui l’acquisto di impianti, attrezzature e macchinari, spese per ricerca, sviluppo e innovazione, per la tutela ambientale e le energie rinnovabile;
  • il finanziamento del capitale circolante necessario per l’attività operativa.

Sono esclusi i progetti di puro investimento finanziario e/o immobiliare e le aziende interessate devono avere, a livello consolidato, un numero massimo di 249 dipendenti.

=> Come progettare una strategia di marketing dopo il Coronavirus

In questo delicato momento storico andiamo a rinnovare con BEI una importante partnership a conferma del nostro sostegno delle piccole e medie imprese. Questo accordo, in linea con la strategia di diversificazione delle fonti di raccolta della Banca rafforzerà ulteriormente il nostro impegno a immettere, in modo agile e veloce, nuova finanza nel sistema economico italiano integrando, anche in questa nuova e complessa fase di ripartenza, le diverse misure messe in campo dalla Banca fin dall’inizio della pandemia a sostegno della liquidità delle imprese.

=> Dl Cura Italia e Liquidità: tutte le misure per le imprese

Spiega Luciano Colombini, Amministratore Delegato di Banca IFIS.

La partnership tra BEI e Banca Ifis si rafforza con una nuova linea di credito che garantisce un sostegno aggiuntivo alle PMI messe a dura prova dalla pandemia del Coronavirus e dalle sue conseguenze economiche. Il finanziamento della BEI permetterà a Banca IFIS di erogare nuovi prestiti alle aziende, a condizioni competitive, anche nella forma di sostegno alla liquidità e al capitale circolante, sostenendole per superare una sfida senza precedenti.

Ha aggiunto Miguel Morgado, Direttore operazioni BEI per Italia, Balcani e Malta.

I Video di PMI

Coronavirus: misure per la ripresa post Covid-19