Tratto dallo speciale:

Bando internazionalizzazione: contributi e TEM

di Teresa Barone

scritto il

Il nuovo bando per la concessione di contributi e servizi alle imprese laziali per avviare progetti di internazionalizzazione.

Ha preso il via a febbraio la nuova edizione del bando per l’internazionalizzazione delle imprese promosso dalla Regione Lazio, iniziativa basata sulla concessione di contributi a fondo perduto per un totale di 2,2 milioni di euro.

Il bando si propone di rafforzare la competitività del sistema produttivo laziale e si rivolge alle imprese in forma singola o associata promotrici di progetti di internazionalizzazione e di promozione dell’export finalizzati all’apertura e al consolidamento nei mercati esteri.

In particolare sono finanziabili specifici interventi:

  • partecipazione a fiere e manifestazioni internazionali;
  • attività connesse alla realizzazione della prima vendita in un Paese estero;
  • progettazione e realizzazione di eventi promozionali attraverso l’acquisizione di servizi specialistici da fornitori qualificati indipendenti;
  • acquisizione di altri servizi specialistici per l’internazionalizzazione come piani di penetrazione commerciale, Temporary Export Manager e altre consulenze specialistiche;
  • attività volte a migliorare la qualità della struttura aziendale o del sistema produttivo per incentivare l’esportazione o per finalizzare accordi con clienti o partner esteri.

Contributi

Le spese ammissibili non possono superare l’ammontare di 30mila euro per le PMI in forma singola e 100mila euro per le aggregazioni temporanee. Il contributo a fondo perduto non può essere superiore al 70% delle spese sostenute.

Domande

Le domande possono essere inviate esclusivamente in modalità telematica attraverso la piattaforma GeCoWEB. Il bando è online sul sito Lazio Innova.