Accordo BEI – Unicredit per finanziare le PMI

di Roberto Rais

scritto il

Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e Unicredit hanno stipulato nuovi accordi per stimolare i finanziamenti a medio lungo termine in favore delle piccole medie imprese, per un controvalore complessivo di 580 milioni di euro.

=> Leggi del Credito alle PMI: in arrivo decreto agevolazioni

I progetti in favore delle PMI (fino a 25 milioni di euro) potranno riguardare qualsiasi settore produttivo, con una vasta gamma di operazioni quali: acquisto, costruzione, ampliamento e ristrutturazione di fabbricati; acquisto di impianti, attrezzature, automezzi o macchinari; spese di ricerca, sviluppo e innovazione.

Il plafond sarà  utilizzato all'interno di quattro aree distinte di intervento, con Finanziamenti:

alle PMI: 400 milioni di euro
alle Mid Corporate: 50 milioni di euro
Per programmi di protezione ambientale ed energie rinnovabili: 100 milioni di euro
Per Industria 2015: 30 milioni di euro

Accesso al credito PMI => Italia peggiore d’Europa

Dario Scannapieco, vice presidente Bei responsabile per le operazioni in Italia, Malta e Balcani Occidentali, ha ricordato come “le piccole e medie imprese sono le più colpite dalla lunga crisi che attanaglia l'Europa e l'Italia: per esse, l'accesso al credito è diventato la priorità  in assoluto in questi mesi affinché riescano a proseguire con adeguate risorse finanziarie la loro attività . Con queste operazioni la BEI, grazie alla collaborazione con UniCredit, uno dei nostri partner principali a livello europeo, mette la propria finanza caratterizzata da lunghe scadenze e tassi favorevoli a disposizione del mondo produttivo italiano“.

Per l'amministratore delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni, i nuovi accordi andranno ad aggiungere risorse preziose al supporto già  attivo nei confronti delle piccole e delle medie imprese italiane.