Agenzia Delle Entrate

Tutte le news, i provvedimenti e gli aggiornamenti direttamente dall’Agenzia delle Entrate su PMI.it: guide alla compilazione dei modelli, le ultime novità e le regole per: dichiarazione dei redditi, imposta IMU, sconti, detrazioni e scadenze, regime dei minimi e tante altre informazioni in materia fiscale.

IRES imprese: sanzioni ridotte su irregolarità

Agenzia delle Entrate L'Agenzia delle Entrate mette in pratica nuove forme di collaborazione fiscale con le imprese mettendo loro a disposizione informazioni riguardanti possibili anomalie IRES presenti in dichiarazione dei redditi relative alla rateizzazione di plusvalenze o sopravvenienze attive. In questo modo il contribuente può valutare la correttezza dei dati in possesso del fisco e fornire gli elementi utili a spiegare la presunta anomalia, piuttosto che provvedere alla regolarizzazione avvalendosi del ravvedimento operoso. La decisione è contenuta nel Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle...

Frodi DURC in azienda: controlli incrociati Fisco – INPS

Controlli Compensazione crediti inesistenti e frodi DURC: per contrastare questi e altri frequenti fenomeni di evasione fiscale e contributiva, Fisco e INPS uniscono le forze siglando un protocollo d'intesa per incrocio di dati, controlli e tavoli tecnici. Obiettivo: contrastare l'utilizzo improprio di compensazioni tra crediti e debiti, che le aziende utilizzano per risultare in regola con i contributi e ottenere il documento unico di regolarità contributiva. => DURC online: nuova procedura e controlli I nuovi controlli sono ancora più importanti in vista della semplificazione del DURC...

Modello 730 cartaceo al posto del precompilato

Modello 730 Dal 15 aprile di ogni anno, a partire dal 2015 i contribuenti italiani ricevono il proprio modello 730 precompilato dall'Agenzia delle Entrate. Nonostante la novità della dichiarazione dei redditi già compilata con i dati in possesso dell'Amministrazione Finanziaria, rimane comunque la possibilità di richiedere presentare il modello 730 nel classico formato cartaceo, rivolgendosi a CAF, commercialisti e altri professionisti abilitati per la sua compilazione, pagando il relativo compenso professionale richiesto. => Dichiarazione redditi precompilata: compensi a CAF Modello 730...

Studi di settore: i modelli 2015

Studi di Settore Dopo l’approvazione delle revisioni necessarie per tener conto degli effetti della crisi l'Agenzia delle Entrate, con la nota di protocollo n. 70682/2015, ha dato il via libera ufficiale ai modelli 2015 per gli Studi di Settore da allegare al modello UNICO 2015. Si tratta di 204 modelli necessari per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli Studi di Settore e, relativi alle attività economiche nel settore delle manifatture, dei servizi, delle attività professionali e del commercio, da utilizzare per il periodo di imposta 2014. => Studi di Settore:...

Dichiarazione fiscale: errori sempre correggibili

Dichiarazione fiscale È sempre possibile correggere qualsiasi errore contenuto in una dichiarazione fiscale resa dal contribuente all’Agenzia delle Entrate: lo ha sottolineato la Corte di Cassazione con la sentenza n. 6665 dell’1 aprile 2015. Il caso affrontato è relativo a una controversia promossa dal Fondo Assistenza Italiana Integrativa (FASI) contro il Fisco, in merito a una cartella di pagamento dell’IRPEF 2002 seguita a un  controllo automatizzato della dichiarazione annuale volto a verificare il mancato versamento di ritenute alla fonte, dell’imposta sostitutiva sulle rivalutazioni del TFR e...

Ritenute d’acconto scomputabili anche senza CU

CUD Le ritenute d'acconto sui redditi da lavoro autonomo e d’impresa sono scomputabili dall'IRPEF, anche se il committente non rilascia la Certificazione Unica (CU, che ha sostituito il CUD) entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi. Le modalità di scomputo dall'IRPEF delle ritenute alla fonte a titolo di acconto per le persone fisiche seguono le regole stabilite nell'articolo 22 del TUIR. Ovviamente il contribuente deve fornire altri elementi di prova, come la fattura emessa e l'estratto conto bancario che testimonia il pagamento, accompagnato da una dichiarazione...

730 precompilati: una soluzione agli errori

730 precompilato Agenzia delle Entrate ed INPS sono al lavoro per risolvere il problema degli errori del modello 730 precompilato, ossia tutti quelli che nella finestra di accesso ripostano l'avviso «Nel tuo 730 precompilato non sono riportati i giorni di lavoro dipendente o di pensione, quindi l’esito non tiene conto delle relative detrazioni».L'obiettivo è trovare una soluzione automatizzata che eviti ai contribuenti di dover apportare modifiche alla dichiarazione dei redditi per correggere i modelli già scaricati (anche perché la correzione - necessaria - comporta poi comunque la passibilità...

Studi di Settore: pronto il software Segnalazioni 2014

Studi di Settore Reso disponibile dall'Agenzia delle Entrate il nuovo applicativo online “Segnalazioni 2014”, che consente ai contribuenti soggetti agli Studi di Settore di chiarire incongruità, non normalità o incoerenze. Il software “Segnalazioni 2014” permette ai soggetti interessati dagli Studi di Settore di: segnalare dati e informazioni per giustificare le situazioni di non congruità, non normalità o non coerenza; comunicare alle Entrate le cause di inapplicabilità o di esclusione dagli studi per il 2013. => Studi di Settore 2015: le novità Il canale telematico è già...

Cartelle di pagamento: interessi di mora ridotti

Notifica cartella di pagamento A partire dal 15 maggio 2015 gli interessi di mora in caso di ritardati versamenti delle cartelle di pagamento sono ridotti per effetto del provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 30 aprile 2015. => Cartella esattoriale: cosa è Nuovo tasso Questo ha stabilito che gli interessi sulle somme iscritte a ruolo e versate in ritardo, conseguentemente alla ricezione della notifica di cartella di pagamento, si abbassino dal 5,14% al 4,88% su base annua. Il tasso di interessi è stato calcolato dalla Banca d’Italia sulla base della media dei tassi bancari attivi coerentemente con la...

Dichiarazione dei redditi 2015: come evitare errori

730 precompilato Nuovi chiarimenti sono stati forniti dall'Agenzia delle Entrate in merito ai possibili errori presenti nel modello 730 precompilato, con riferimento al messaggio che appare nell’applicazione dedicata alla nuova dichiarazione dei redditi precompilata ai contribuenti che hanno ricevuto più Certificazioni Uniche (CU) in presenza di dati incongruenti. L'Agenzia precisa, in un comunicato stampa che: “Proprio per evitare errori, con questo avviso, l’Agenzia ha voluto informare i cittadini che il numero di giorni di lavoro dipendente/pensione non è stato inserito nel modello e che il...

X
Se vuoi aggiornamenti su Dichiarazione dei redditi 2015: come evitare errori

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy