Modello CU 2017: online le novità fiscali

Modello CU 2017 per la certificazione unica, da consegnare al lavoratore entro fine marzo: fra le novità, i premi di risultato e il regime speciale lavoratori impatriati.

Modello-Certificazione-Unic

Pronte le bozze del modello CU 2017, la Certificazione Unica che i sostituti d’imposta consegneranno a dipendenti e autonomi entro il 31 marzo (c’è un mese di tempo in più rispetto al 2016), mentre resta fissato al 7 marzo il termine ultimo per la consegna al Fisco. Modello e istruzioni di compilazione sono pubblicati online sul sito dell’Agenzia delle Entrate: fra le novità più rilevanti, premi di risultato e rimborso di beni e servizi esentasse.

=> Certificazione Unica: tutte le novità

La dichiarazione attraverso la quale i sostituti d’imposta attestano le somme pagate viene dunque aggiornata con le novità introdotte dalle norme applicabili per il periodo d’imposta 2016, a partire dalla Legge di Stabilità dell’anno scorso.

Nella parte relativa al lavoro dipendente c’è un quadro dedicato ai premi di risultato, sui quali si paga un’aliquota del 10%. La manovra 2016 ha esteso l’agevolazione alle forme di partecipazione agli utili dei lavoratori e ha introdotto la possibilità di trasformare i premi in strumenti di welfare aziendale detassati: nel modello CU 2017 ci sono spazi appositi per indicare il premio a cui si applica l’imposta sostitutiva, quelli soggetti a tassazione ordinaria e le somme eventualmente erogate sotto forma di benefit.

=> Premi di produttività 2016: i criteri

Altra novità del modello CU 2017 riguarda i lavoratori impatriati, ovvero i dipendenti che trasferiscono la residenza in Italia dopo cinque anni d’imposta all’estero. Il decreto 147/2015 (Decreto Internazionalizzazione), con l’articolo 16 prevede che lo stipendio concorra alla formazione del reddito complessivo limitatamente al 70% del suo ammontare. Nella parte del modello CU 2017 relativo ai dati fiscali, nella sezione dedicata ad altri dati, vanno indicate queste somme applicando l’agevolazione. Le istruzioni alla compilazione dettagliano come esporle e quali codici utilizzare.

=> Bonus impatriati: regole e paletti

Infine, trova posto nella CU 2017 una nuova sezione per gestire i dati sui rimborsi di beni e servizi non soggetti a tassazione effettuati dal datore di lavoro.

Per approfondimenti: bozza e istruzioni CU 2017

X
Se vuoi aggiornamenti su Modello CU 2017: online le novità fiscali

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy