Agricoltura, Banca delle terre agricole

Nel Collegato Agricoltura alla Legge di Stabilità una Banca delle terre agricole: inventario completo della domanda e dell’offerta di terreni e aziende agricole.

Prenderà vita entro tre mesi la “Banca delle terre agricole” istituita presso l’ISMEA (Istituto di Servizi per il Mercato agricolo Alimentare), l’idea è di creare un database dei terreni agricoli disponibili dopo l’abbandono dell’attività e i prepensionamenti disponibile per la consultazione da parte di chiunque, accedendo al sito dell’Istituto.

=> Agricoltura: guida incentivi ai giovani

È una delle novità contenuta nel disegno di legge “Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività dei settori agricolo e agroalimentare, nonché sanzioni in materia di pesca illegale”, ovvero il Collegato agricoltura approvato alla Camera con 240 sì, nessun no e 120 astensioni. Ora il testo è atteso dal Senato per la terza lettura.

=> Agricoltura sociale: la nuova legge

L’obiettivo è di ottenere un inventario completo della domanda e dell’offerta dei terreni e delle aziende agricole, con informazioni complete sulle caratteristiche naturali, strutturali e infrastrutturali dei fondi, modalità e condizioni per la loro cessione ed il loro acquisto, ma anche sulle procedure di accesso alle agevolazioni per tali operazioni.

=> Assunzioni agevolate in Agricoltura: sgravi non cumulabili

ISMEA potrà proporre progetti di ricomposizione fondiaria per la promozione di aziende dimostrative e stipulare convenzioni con regioni, organizzazioni professionali, atenei e istituti superiori.

X
Se vuoi aggiornamenti su Agricoltura, Banca delle terre agricole

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy