Browser in gara, Chrome sbaraglia tutti

di Chiara Bolognini

scritto il

A pochi giorni dal rilascio della nuova build, il motore di ricerca di Google nei test di ExtremeTech batte Firefox, Internet Explorer, Opera e Safari

In fatto di browser Google corre veloce, anzi sempre più veloce. Dopo aver rilasciato in questi giorni la nuova build di Chrome , la 0.4.154.25, scaricabile dal web o attraverso la funzione di aggiornamento automatico inclusa nel browser, arriva ora dal sito ExtremeTech la conferma che il browser web di casa Google batte in velocità tutti i concorrenti.

Chrome è stato sottoposto a varie tipologie di benchmark e i risultati sono stati confrontati con quelli delle prestazioni di Firefox, Internet Explorer, Opera e Safari .

Tra i test in cui il browser Google è arrivato primo l’esecuzione JavaScript, la riproduzione di contenuti Flash, il rendering HTML e il test Acid3. Secondo si è piazzato Firefox, terzo Opera, mentre IE7 e Safari sono stati giudicati inclassificabili.

Oltre alla supervelocità, la nuova versione di Chrome, presenta nuove funzionalità come la Gestione Preferiti e Importa/Esporta con cui gli utenti possono ora utilizzare il menu “Personalizza e controlla Google Chrome” (chiave inglese) per aprire il manager dei Preferiti. È possibile cercare tra i preferiti, creare cartelle, ed eseguire il drag and drop dei preferiti in nuove location.

In più è stata creata la Sezione Privacy in Opzioni ed è stata inserita una nuova notifica per blocco pop-up : ora Google Chrome mostra un piccolo avviso nell’angolo che indica il numero di pop-up bloccati e un menu sulla notifica permette all’utente di aprire un pop-up specifico, se necessario.

Sul fronte sicurezza , Google ha modificato il suo browser in modo da impedire ai file locali di connettersi alla rete con XMLHttpRequest() e da mostrare avvisi di conferma per i download di file HTML.

La concorrenza comunque è avvertita: giusto il tempo di eliminare alcune imperfezioni e il nuovo prodotto Google sarà lanciato sulla rampa del marketing.