Gdium: nuovo arrivato tra i mini-portatili

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Arriva un nuovo concorrente nel mercato dei mini notebook: si chiama Gdium e, dopo il successo dell'Eee Pc di Asus, simboleggia un trend in evidente consolidamento

Cresce la domanda, anche business, di hardware leggero e compatto: il vero boom è ormai quello di UMPC, MID e mini notebook, sulla scia del successo dell’Eee Pc di Asus.

Questa volta, sotto i riflettori troviamo Gdium di Emtec (European Multimedia Technologies), marchio solido e consolidato in Europa nell’ambito dei dispositivi di archiviazione e flash drive.

La novità è che il cuore del dispositivo è in realtà una chiavetta USB esterna in cui sono contenuti il sistema operativo, tutte le applicazioni, l’alloggiamento per la memory card e l’unità di memorizzazione (8 o 16Gb).

Le stime di Emetec è sono forse troppo ottimiste – si parla di 15/18 milioni di unità vendute entro fine 2008 – ma la tendenza è innegabile. Ed anche gli utenti enterprise possono confermarlo.

La concorrenza con il gioiello di casa Asus (o meglio, con tutta la linea) inizia dal prezzo, che sarà di 399 euro, passando però anche per le performance che si attestano molto competitive.

Il Gdium è infatti equipaggiato con un processore STMicroelectronics basato su architettura Mips-64 (quindi niente Intel o Via Technologies), a bassissimo consumo energetico, che permetterà anche quattro ore effettive di autonomia.

Non esiste al momento una versione basata su Windows, al contrario il sistema operativo è Linux Mandrivia in una versione custom, che chiaramente influenzerà anche tutta le restante dotazione software.

Per il resto, lo schermo sarà da 10 pollici, con una risoluzione di 1024 x 600 pixel, connettività Wi-Fi e Webcam integrata, per un peso complessivo di circa 1.1Kg.