Tempo di Xperia X10 mini e X10 mini pro per Sony Ericsson

di Emanuele Menietti

scritto il

Sony Ericsson ha da poco presentato due nuove versioni compatte del proprio celebre Xperia X10. I due smartphone offrono numerose funzionalità per l'intrattenimento e la produttività. Il modello X10 mini pro è dotato anche di tastiera QWERTY

Il tradizionale appuntamento del Mobile World Congress di Barcellona si apre quest’anno con alcune importanti novità targate Sony Ericsson. Il celebre produttore di telefoni cellulari ha da poco presentato i nuovi dispositivi Xperia X10 mini e X10 mini pro, destinati ad affiancare il loro fratello maggiore Xperia X10 già presentato nel corso degli ultimi mesi del 2009. I nuovi dispositivi offrono numerose funzionalità avanzate in un nuovo formato compatto e sono basati su una versione appositamente modificata della piattaforma UX.

I due terminali sono animati dalla edizione 1.6 di Google Android e fanno affidamento sulle capacità di calcolo di un processore Qualcomm da 600 Mhz e su una memoria da 128 MB. I nuovi Xperia X10 mini e X10 mini pro supportano le schede microSD fino a 16 GB per lo storage dei documenti, dei file multimediali e degli altri dati. Sul fronte della connettività, i due dispositivi sono in grado di sfruttare le reti UMTS per la navigazione in mobilità a banda larga e sono equipaggiati con un modulo WiFi. Oltre al connettore USB per la sincronizzazione, gli X10 mini e X10 mini pro sono dotati di tecnologia Bluetooth per l’utilizzo di periferiche compatibili senza fili e per lo scambio dati wireless.

Il sistema GPS assistito consente di utilizzare i due terminali per ottenere indicazioni stradali tramite Google Maps o attraverso una applicazione per la navigazione satellitare come Wisepilot. Le informazioni sulla propria posizione geografica possono essere utilizzate anche per il geo-tagging dei propri scatti fotografici. Sul retro dei due dispositivi trova spazio una fotocamera da 5 megapixel in grado di realizzare fotografie e video particolarmente definiti grazie alla funzione autofocus. Lo schermo TFT sensibile al tocco da 2,5 pollici consente di visualizzare le immagini e gli altri contenuti con una buona definizione grazie ai 240 x 320 pixel e ai 16,7 milioni di colori del display.

Sul modello X10 mini pro, lo schermo nasconde una pratica tastiera QWERTY a scomparsa utile per inserire con rapidità i testi e per migliorare l’interazione con l’interfaccia, evitando le tastiere virtuali non sempre pratiche e pienamente usabili. Tale soluzione rende anche più semplice la gestione e l’utilizzo delle funzionalità legate alla messaggistica. I due nuovi Xperia X10 mini e X10 mini pro offrono un client per la gestione delle email, un servizio compatibile con i principali sistemi di messaggistica istantanea e il supporto per Microsoft Exchange, caratteristica che potrebbe rendere i dispositivi appetibili anche da parte del comparto business.

I due smartphone sono, inoltre, dotati di un browser basato su WebKit per la navigazione online e del sistema Sony Ericsson Timescape per coordinare le proprie attività svolte in Rete, con una particolare attenzione per i social network come Facebook e Twitter. Non mancano una agenda per tener traccia dei propri appuntamenti e alcuni dei principali servizi offerti da Google come YouTube, Voice Search e Android Market per il download delle nuove applicazioni.

«C’è stato un enorme interesse intorno al modello Xperia X10 dunque è entusiasmante essere in grado di svelare delle versioni compatte di questo valido prodotto. Con X10 mini e X10 mini pro abbiamo superato i confini di ciò che è possibile fare con i dispositivi dalle dimensioni ridotte e stiamo dando ai consumatori ciò che desiderano; due telefoni cellulari ad alte prestazioni con un’esperienza d’uso totalmente personalizzabile e un design ultracompatto» ha dichiarato con orgoglio Rikko Sakaguchi, chief creation officer di Sony Ericcson, durante la presentazione dei due terminali.

Salvo cambiamenti di programma, i modelli X10 mini e X10 mini pro saranno messi in commercio a partire dal secondo trimestre dell’anno in corso. I due terminali giungono ad alcuni giorni di distanza dalla presentazione dello smartphone Aspen e riconfermano l’impegno di Sony Ericsson sul fronte dei telefoni cellulari avanzati. Il produttore mira a recuperare terreno nei confronti della concorrenza sia nel settore consumer che in quello business, con soluzioni in grado di competere con alcuni leader del mercato come gli iPhone, i BlackBerry e alcuni dei tanti modelli ormai animati da Android.