Huffington Post, sorpasso sul New York Times

di Barbara Weisz

scritto il

In maggio, secondo i dati Comscore, l'aggregatore di notizie ha avuto 2 milioni di visitatori in piu', ma le news del Nyt sono a pagamento.

Utenti unici: 35,6 milioni contro 33,6. Sono i numeri con cui l’Huffington Post ha superato l’edizione online del New York Times. Un vantaggio di due milioni di visitatori, ma soprattutto lo storico sorpasso di un sito che fino a cinque anni fa non esisteva, e che è nato come un blog, su quello che è considerato il quotidiano piu’ prestigioso del mondo. Le cifre sull’avvicendamento ai vertici si riferiscono al mese di maggio, e sono comunicate da Comscore.

Attenzione: il sorpasso riguarda naturalmente l’edizione online, non tiene quindi conto delle copie cartacee del New York Times. Ma soprattutto avviene in seguito a due fatti fondamentali: il primo è rappresentato dall’operazione del febbraio scorso con cui Aol ha acquistato l’Huffington Post per 315 milioni di dollari, il secondo riguarda invece il New York Times, la cui versione sul web da marzo è a pagamento.

In seguito all’integrazione con Aol, l’Huffington Post che aveva circa 24 milioni di utenti unici ha registrato un balzo del 30%. Per contro, la decisione del quotidiano newyorkese di far pagare la news è costata un abbondante 11% (ma a tutto vantaggio del bilancio, visto che ora ci sono 100mila lettori online paganti, mentre in edizione gratuita si possono sfogliare al massimo 20 pezzi al mese).

Resta il fatto che il sorpasso comporta un riconoscimento indubbio all’importanza dei nuovi media e alla formula dell’aggregatore di notizie, di cui il sito fondato nel 2006 da Arianne Huffington è stato pioniere. E rappresenta probabilmente anche un motivo di soddisfazione per l’operazione con cui Aol si è aggiudicata la testata nei mesi scorsi.

Nel maggio dello scorso anno, per fare un paragone emblematico, l’Huffington Post aveva 23,8 milioni di contatti, contro i 32,2 del New York Times.

Ma anche la “signora in grigio” incassa in realtà il suo successo, reggendo anche dopo aver scelto di far pagare le news. Ad aprile, gli utenti erano stati 32,9 milioni, dunque in maggio si registra una crescita. Non paragonabile a quella del “rivale” Huffingotn Post, che ha segnato un balzo di sei milioni rispetto ai 29,9 utenti unici del mese precedente.

La “signora in grigio” del giornalismo resta comunque saldamento in testa alla classifica dei quotidiani americani che hanno un’edizione web. Secondo il Washington Post, con 19,9 milioni di utenti, terzo il Los Angeles Times, a quota 18,4 milioni. Un altro giornale che fa pagare i contenuti, il Wall Street Journal, ha rtegistrato un incremento e puo’ contare in maggio su 13,9 milioni di lettori.

Al primo posto nell’informazione online si conferma Yahoo news, con 90,3 milioni di contatti, seguito dalla Cnn a 82,3 milioni.

I Video di PMI