Sicuro come una nuvola

di Paolo Iasevoli

scritto il

La ricerca pubblicata da NetConsulting e CA Technologies fotografa lo stato dell'arte della diffusione del cloud computing nelle imprese italiane. Con un grosso ostacolo da superare: la sicurezza

Avete riscontrato differenze tra imprese pubbliche e imprese private?

Se dal punto di vista dell’interesse non emergono sostanziali differenze tra settore pubblico e privato, quest’ultimo si trova sicuramente in una posizione di vantaggio rispetto al settore pubblico in termini di predisposizione all’adozione. Il settore privato ha da un lato una maggiore attitudine ad adottare e sperimentare tecnologie emergenti e innovative, dall’altro la capacità di adottare già, in maniera più significativa, tecnologie e soluzioni abilitanti il cloud quali la virtualizzazione, che rappresenta un primo passo fondamentale per le aziende che intendano realizzare una cloud di tipo Infrastructure as a Service (IaaS), e la sicurezza (soprattutto sicurezza logica), che va sicuramente rafforzata qualora si pianifichi una migrazione verso il Cloud Computing.

In che modo il cloud computing potrebbe rendere più efficiente ma soprattutto più efficace il rapporto tra gli uffici pubblici e la loro utenza?

L’adozione del cloud computing, a livello infrastrutturale ma soprattutto nella sua componente applicativa (SaaS), potrebbe consentire soprattutto agli enti di dimensioni minori di ricorrere ad un servizio standardizzato che consenta di essere anche più efficace nei confronti dei cittadini. Qualora si andasse poi verso forme di Community Cloud, ciò consentirebbe una maggiore standardizzazione delle applicazioni in alcune aree, garantendo un’effettiva interoperabilità in modalità nativa. Tuttavia ad oggi non si risconta un grande interesse da parte degli enti della PA su questi temi.

C’è una correlazione tra la dimensione dell’impresa e l’adozione del cloud computing?

Sicuramente le aziende di maggiori dimensioni possono essere considerate le più predisposte all’adozione del cloud computing nelle sue diverse tipologie, tra cui in particolare quella legata alle infrastrutture (IaaS) e nella modalità di private cloud, grazie a un maggiore utilizzo di infrastrutture virtualizzate. Le aziende di media e piccola dimensione, invece, dovrebbero mostrare una maggiore propensione all’adozione delle altre forme di cloud computing, ovvero quelle legate agli applicativi (SaaS) ed alle piattaforme di sviluppo (Platform as a Service – PaaS).