Tratto dallo speciale:

Lombardia: vaccino in azienda e cambio data seconda dose

di Redazione PMI.it

scritto il

Attivo il primo hub vaccinale in azienda in Lombardia, che dà anche il via libera al cambio data online per il richiamo del vaccino anti-Covid.

La Regione Lombardia dà il via libera al cambio di data per la somministrazione della seconda dose del vaccino anti-Covid: la possibilità è subito concessa  agli insegnanti impegnati in sessioni d’esame di Stato e scrutini attraverso il call center regionale (800 894 545). Entro la fine del mese di giugno, però, tutti i cittadini della Lombardia potranno usufruire di una nuova funzionalità della piattaforma online per le prenotazioni (sul sito: prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it), creata in collaborazione con Poste Italiane, che consentirà di modificare la data della seconda dose in autonomia. Dalla piattaforma è intanto possibile effettuare prenotazione in tutta la Lombardia della prima dose per le seguenti categorie:

  • Persone over 12 anni
  • Iscritti all’A.I.R.E. e altre categorie previste dall’Ordinanza 7/2021
  • Soggetti estremamente vulnerabili
  • Portatori di disabilità grave
  • Operatori sanitari (DL 44/2021)
  • Personale scolastico docente e non docente

E’ possibile modificare l’appuntamento prenotato anche per la somministrazione della prima dose del vaccino tramite la piattaforma online  o contattando il numero verde 800 894 545 (con tessera sanitaria, codice fiscale, numero di cellulare e codice ID di adesione).

Vaccino in azienda

La Lombardia, inoltre, parte con le vaccinazioni in azienda: dal 7 giugno Unipol ha allestito presso la propria sede di Milano il primo hub vaccinale in azienda su territorio, al quale si aggiungeranno in settimana altre tre aziende lombarde (Pirelli, Mediaset e Amazon) pronte ad avviare la fase vaccinale per i propri dipendenti.  La direzione generale Welfare di Regione Lombardia ha incaricato le Ats di effettuare una ricognizione con le associazioni di categoria per ottenere un quadro aggiornato delle richieste da parte delle aziende. Più incerta la situazione fuori Milano. In provincia di Cremona, ad esempio, al momento nessuna azienda è in grado di effettuare le vaccinazioni per mancanza di dosi, secondo il direttore dell’Associazione Industriali Massimiliano Falanga: “Semmai i luoghi di lavoro saranno utili per l’eventuale richiamo in autunno”.

Green Pass

La certificazione verde Covid-19 di avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2 viene rilasciata in formato cartaceo o digitale dalla struttura sanitaria o dal Servizio Sanitario Regionale che ha effettuato la somministrazione ed è disponibile nel Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) del cittadino. Ha validità:

  • dal quindicesimo giorno dopo la somministrazione della prima dose e fino alla data del richiamo (se sono previste 2 dosi);
  • di 9 mesi dal completamento del ciclo vaccinale;
  • di 6 mesi dalla data di fine isolamento per i guariti dal Covid;
  • di 48 ore dall’esecuzione del test antigenico rapido o molecolare con esito negativo.

I Video di PMI