Tratto dallo speciale:

PA: lavoro agile e riunioni solo virtuali

di Redazione PMI.it

scritto il

Tutte le novità per la Pubblica Amministrazione previste dal DPCM del 18 ottobre 2020: riunioni virtuali e potenziamento lavoro agile.

Il Dpcm siglato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in vigore dal 19 ottobre introduce alcune novità per quanto riguarda la Pubblica Amministrazione e il pubblico impiego.

Il decreto, infatti, precisa le nuove modalità di svolgimento delle riunioni nell’ambito della PA:

Nell’ambito delle pubbliche amministrazioni le riunioni si svolgono in modalità a distanza, salvo la sussistenza di motivate ragioni; è fortemente raccomandato svolgere anche le riunioni private in modalità a distanza.

Secondo alcune anticipazioni, il decreto avrebbe dovuto contenere indicazioni anche per potenziare lo Smart Working nel settore pubblico. Recependo i suggerimenti del Comitato Tecnico Scientifico (CTS), infatti, il Consiglio dei Ministri avrebbe dovuto estendere la quota di Smart Working sia nella PA sia nel comparto privato al 75%.

=> Coronavirus: ecco le misure del nuovo Dpcm

Il Premier ha annunciato l’attivazione a breve di un nuovo provvedimento, che sarà varato della Ministra della Funzione Pubblica Fabiana Dadone, mirato proprio a incrementare le modalità per fare ricorso al lavoro a distanza.

I Video di PMI