Strategie per ridurre il turnover in azienda

di Teresa Barone

scritto il

Fidelizzare i migliori talenti limitando il turnover: ecco alcune strategie utili.

Per assumere nuove risorse senza commettere errori è indispensabile pensare nel lungo termine, evitando campagne di selezione dell’ultimo minuto che non lasciano tempo a una valutazione completa dei candidati.

=> Scopri le 5 mosse vincenti per valutare un candidato

Come scegliere i collaboratori migliori limitando il turnover in azienda e facendo in modo che il rapporto di lavoro sia duraturo e proficuo?

Per quanto riguarda la retribuzione, è importante offrire ai neo assunti compensi che siano in linea con il mercato di riferimento, evitando o limitando la possibilità che la nuova risorsa possa essere attratta da offerte migliori.

Anche garantire attività formative a cadenza regolare aiuta a incrementare il senso di appartenenza all’azienda, così come assicurare al nuovo arrivato coinvolgimento e sostegno al fine di renderlo parte integrante di un ambiente di lavoro sereno e dinamico.

Altrettanto utile è discutere, a priori, del percorso di carriera che i nuovi assunti vedono davanti a sé, cercando di  soddisfare almeno una delle aspettative di ciascun collaboratore. Il lavoro, l’impegno e il livello di soddisfazione del nuovo dipendente dovrebbe essere costantemente monitorato, almeno nel primo periodo, identificando e risolvendo tempestivamente eventuali problemi o criticità.

=> Scopri l’identikit del pessimo candidato

Un’ultima strategia riguarda un’azione da compiere nel caso in cui un collaboratore decida di dimettersi e accettare un altro incarico: in casi come questi è sempre preferibile indagare sulle motivazioni che si celano dietro questa scelta, informazioni che potrebbero essere utili per migliorare la fidelizzazione del personale ancora attivo.

I Video di PMI