Nissan Leaf auto dell’anno 2011

di Barbara Weisz

scritto il

È la prima volta di un'auto elettrica prodotta su larga scala. Arriverà in Italia nel 2011. Seconda l'Alfa Romeo Giulietta, terza la Opel Meriva

Un riconoscimento che in casa Nissan non arrivava dal ’93, quindi da quasi 20 anni, e che per la prima volta va a un’auto a emissioni zero. La Nissan Leaf è stata eletta auto dell’anno 2011. È un po’ la consacrazione definitiva della mobilità elettrica, dunque, che fino a pochi anni or sono sembrava una visione molto futuristica, ma poco praticabile, e che oggi invece è una realtà sulle strade e viene proposta su vasta scala.

La Leaf, con 257 punti, ha superato l’Alfa Romeo Giuletta, seconda classificata con nove punti di distacco (248), e la Opel Meriva, che ha ottenuto 244 preferenze. La casa nipponica nel 1993 aveva vinto con la Micra, e aveva conquistato un secondo posto nel ’91 con la Nissan Primera.

La Leaf ha già debuttato sulle strade di Stati Uniti e Giappone, il lancio europeo è iniziato in Portogallo, Olanda (vendite a partire da questo mese di dicembre), Gran Bretagna e Irlanda (febbraio 2011), mentre in Italia (dove arriverà nel 2011) è stata vista per la prima volta in occasione dell’evento H2Roma e nei prossimi giorni si potrà ammirare al MotorShow di Bologna.

È una familiare a cinque porte con 5 posti, un motore da 109 CV che raggiunge i 145 chilometri all’ora e un’autonomia teorica di 175 km. Ha un prezzo che varia dai 27mila ai 32mila euro, a seconda dei diversi paesi.

Come per tutte le auto eletriche, il limite maggiore è rappresentato dai tempi di ricarica (con un collegamento a 220 volt ci vogliono otto ore), ma c’è un caricatore speciale ad alta velocità che permette di concludere l’operazione in circa mezz’ora. E comunque alla Nissan stanno pensando a soluzioni innovative, come per esempio quella di offrire ai proprietari della Leaf la possibilità di un noleggio agevolato di una vettura tradizionale per i lunghi viaggi.

Svelata al pubblico internazionale l’estate scorsa da Carlos Ghosn, presidente e Ceo dell’alleanza Nissan Reanult, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede sociale del gruppo a Yokohama, viene prodotta nello stabilimento di Oppama, in Giappone, con una capacità produttiva iniziale di 50.000 unità all’anno, e successivamente sarà realizzata anche a Smyrna, Tennessee, negli USA, nel 2012.

La casa giapponese, che si prepara a far uscire altre quattro vetture ad emissioni zero, tutte frutto dell’alleanza con Renault, valuta che dal 2016 almeno il 10% delle proprie vendite saranno rappresentate da veicoli elettrici e ritiene che la percentuale sia destinata a salire con gli anni.

Fra le altre auto dell’anno premiate, quarta la Ford C-Max, quinte le francesi Citroen C3 e DS3, seste le Volvo S60 e V60, settima la Dacia Duster.

I Video di PMI

Partite IVA dipendenti