Nasce “BMW i”, investimento elettrico da 400 mln

di Barbara Weisz

scritto il

Nuovo brand per la casa di Monaco interamente dedicato al segmento ecosostenibile. Due vetture entro il 2013, nuovi servizi per la mobilità.

Un nuovo brand, il potenziamento degli impianti con un investimento da 400 milioni di euro, la creazione di circa 800 posti di lavoro. Bmw punta sull’auto elettrica con una strategia a 360 gradi, che punta sui nuovi prodotti, su tecnologie all’avanguardia, sul design, e su una serie di servizi innovativi dedicati alla mobilità. La casa tedesca ha ideato un nuovo brand, Bmw-i, che darà il nome alle vetture elettriche del futuro: i primi due modelli arriveranno sul mercato nel 2013.

I due modelli previsti per il 2013 sono la BMW i3, precedentemente conosciuta come Megacity Vehicle, che sarà la prima auto della casa di Monaco pensata per la città ad alimentazione interamente elettrica, e la Bmw i8, basata invece sulla concept car Vision EfficientDynamics con una tecnologia ibrida che unirà le alte prestazioni di una vettura sportiva ai consumi e alle emissioni di una small car.

Entrambi i modelli sono basati su un’architettura LifeDrive, un “rivoluzionario concetto produttivo”, come lo definiscono a Monaco, che prevede uno chassis di alluminio che ospita la trasmissione e un abitacolo realizzato in una struttura molto resistente ma anche superleggera rinforzata in fibra di carbonio.

Entrambi i modelli saranno reaslizzati nello stabilimento di Lipsia, nel quale saranno appunto investiti 400 milioni di euro per potenziare gli impianti e verranno creati circa 800 posti di lavoro entro il 2013. Più sul lungo periodo, sono previste altre vetture e soprattutto un nuovo range di servizi pensati per le nuove esigenze di mobilità: sistemi di navigazione intelligenti, informazioni sui parcheggi, premium car sharing. Servizi sviluppati in azienda ma anche attraverso una serie di partnership strategiche.

A questo proposito, si segnala la creazione a New York di una specifica venture capital company, BMW i Ventures, con un investimento intorno ai 100 milioni di dollari. La società ha già messo a segno il primo business, acquistando una quota di My City Way, società che, spiega Ian Robertson, responsabile vendite e marketing Bmw nonchè membro del cda, attraverso una mobile app «fornisce agli utenti informazioni su trasporti pubblici, disponibilità di parcheggio, divertimenti locali per oltre 40 città degli Usa», alle quali se ne aggiungeranno altre 40 nel mondo, fra cui Monaco.

Un progetto di largo respiro e di lungo periodo attraverso il quale, sintetizza Robertson, Bmw i offrirà «automobili e servizi futuribili, un design ispirato, e un concetto interamente nuovo di mobilità premium, tutto concentrato sulla sostenibilità». I prodotti e i servizi in questione sono stati sviluppati a partire dal 2007, come parte del progetto i” un think tank creato per esplorare soluzioni di mobilità sostenibile. Una risposta a quelle che la casa tedesca definisce nuove esigenze dei consumatori, che includono la domanda per tecnologie alternative e soluzioni che sappiano combinare intelligentemente diversi concetti di mobilità in un unico prodotto.