Fiat: Easy Go per andare da casa a Mirafiori

di Barbara Weisz

scritto il

Si chiama Easy Go e prevede servizi di car pooling, navette aziendali, collegamento con i mezzi pubblici, parcheggi per moto e bici.

Car pooling, navette, easy cycling, coordinamento con il trasporto pubblico. Sono gli strumenti che Fiat mette a disposizione dei dipendenti di Mirafiori con il piano “Easy Go-Muoversi con intelligenza”, che ha lo scopo di migliorare la mobilità nella zona di Mirafiori facilitando gli spostamenti casa-lavoro e anche quello di “creare una nuova consapevolezza sui temi degli eco-spostamenti”. Un modo, inoltre per eliminare una delle cause di maggiore stress per tutte le tipologie di lavoratori: gli spostamenti ed il traffico da casa al lavoro. Per non parlare del nervosismo dovuto alla ricerca infinita di parcheggio.

Del nuovo servizio messo a punto da Fiat se ne avvantaggeranno, a partire da lunedì prossimo, i circa 18 mila lavoratori del comprensorio Mirafiori a cui si aggiungono circa 4 mila visitatori al giorno. Il piano è stato messo a punto dall’azienda insieme all’Assessorato alla Viabilità e all’Agenzia Mobilità Metropolitana Torino. È stato predisposto un apposito sito internet, che i dipendenti possono utilizzare per informarsi e anche per utilizzare i diversi strumenti, ad esempio per organizzare il car pooling.

Prima di definire il progetto, il Lingotto ha svolto un’indagine da cui è emerso che il 67% dei dipendenti va al lavoro in auto, il 27,3% usa i mezzi pubblici, il 2,4% arriva in bicicletta o a piedi, l’1,8% si fa accompagnare, l’1,5% utilizza la moto o il motorino. Sulla base di questi risultati sono stati pensati i servizi che riguardano le diverse esigenze.

Chi ad esempio sceglie di prendere i mezzi avrà a disposizione navette di collegamento fra le fermate più vicine e i diversi cancelli di Mirafiori. Alle fermate dei bus nei pressi della fabbrica ci sono degli schermi, alimentati a pannelli solari, che indicano gli orari delle navette aziendali. Sono poi stati allestiti parcheggi per moto e bici.   

Il mobility manager di Fiat, Silvano Chiapino, ha spiegato che nel 2010 ci sarà un momento di verifica. L’assessore comunale ai Trasporti, Maria Grazia Sestero, e il presidente dell’Agenzia per la Mobilità Metropoliana, Giovanni Nigro, hanno sottolineato che la riorganizzazione della rete è stata a sua volta pensata per realizzare un servizio di mobilità pubblica in linea con le esigenze degli utenti del comprensorio di Mirafiori.