Bruni Glass, AXA acquisisce 70%

di Massimiliano Santoro

scritto il

AXA Private Equity ha annunciato di aver acquisito il 70% in Bruni Glass che nel 2011 ha avuto un fatturato di 108 mln.

La francese AXA Private Equity ha comunicato di aver concluso l’operazione di acquisizione di una partecipazione del 70% in Bruni Glass, azienda operante nel settore dei contenitori in vetro speciali per distillati, prodotti alimentari, prodotti farmaceutici e relativi accessori. Nella nota si specifica anche che, oltre ad AXA Private Equity, i membri soci fondatori ed il management di Bruni Glass hanno preso parte all’accordo con una quota complessiva del 30%.

La nota ripercorre brevemente la storia dell’azienda italiana Bruni Glass ed i suoi ultimi risultati economico-finanziari conseguiti. L’azienda, operante nel settore dei contenitori in vetro speciali, è stata fondata nel 1974 ed ha come suoi mercati di riferimento, ovviamente, l’Italia e tutte le economie occidentali, ma con un focus particolare all’America del Nord. Nello scorso anno il Gruppo ha fatto registrare un fatturato di oltre 108 milioni di euro, con quasi il 60% di questo fatturato realizzato nell’ambito del mercato estero, facendo anche registrare una crescita del 16% negli ultimi due anni.

Nicolò Saidelli, responsabile del team italiano Mid Market Enterprise Capital di Axa Private Equity, ha spiegato che si supporterà Bruni Glass nella sua fase di sviluppo e che si affiancherà l’azienda per identificare nuovi mercati per espandere ulteriormente la propria presenza internazionale.

Gino Del Bon, presidente della Bruni Glass, ha commentato l’operazione spiegando che l‘innovazione tecnologica e l’attenzione al design sono da sempre i punti di forza dell’azienda e che col nuovo partner AXA Private Equity si sarà in grado di ampliare la propria rete internazionale.