Da Forbes, i defunti più ricchi al mondo

di Andrea Barbieri Carones

scritto il

La rivista Forbes ha stilato una classifica delle celebrità defunte che nel 2012 hanno guadagnato di più: vince Liz Taylor davanti a Michael Jackson.

Per Forbes, il 2012 sarà ricordato come l’anno delle classifiche. L’ultima in ordine di tempo è quella che mette in lizza le più ricche celebrità in base ai loro emolumenti ottenuti nel corso degli ultimi 12 mesi. La particolarità, non da poco, è che tali personaggi sono rigorosamente tutti defunti. I loro guadagni postumi, pertanto, sono andati nelle tasche di eredi più o meno felici.

Colei che più di tutti può riposare in pace è Elizabeth Taylor, il cui nome è legato a una fortuna da 210 milioni di dollari che andrà a depositarsi sui conti in banca dei 3 figli dell’attrice americana deceduta nel marzo 2011 alla soglia degli 80 anni. In questo caso i soldi sono arrivati dalla vendita di gioielli e opere d’arte preziose tra cui un Van Gogh del 1889, venduto per 16 milioni.

=> LEGGI Forbes: i 10 più ricchi del mondo

Al secondo posto c’è invece Michael Jackson, con un reddito di 145 milioni di dollari derivati dai diritti di autore delle sue canzoni, che soprattutto dopo la sua morte – avvenuta a Los Angeles nel giugno 2009 – sono andate a ruba. La popstar era anche azionista della Sony. Da un cantante a un altro: al terzo posto c’è Elvis Presley che a 35 anni dalla morte riesce ancora a fatturare 55 milioni di dollari, molti dei quali sono stati versati dai turisti che ogni anno si recano a Graceland, la tenuta che possedeva a Memphis in Tennessee e dove visse. Questo luogo, dove si trova la tomba del cantante, è la seconda residenza più visitata degli Usa dopo la Casa Bianca. Le malelingue dicono che Presley non sia mai morto e che pertanto ora, alla soglia di ipotetici 78 anni, si stia godendo la vita e i soldi che guadagna senza lavorare.

Quarto posto per il fumettista Charles Schulz, dalle cui mani sono nati Charlie Brown, Linus e Snoopy. Per i suoi 5 figli, la torta da dividersi è di 37 milioni di dollari – pari a 7,4 milioni a testa – derivanti dallo sfruttamento dell’immagine dei Peanuts. Al quinto posto? Bob Marley, il re della musica reggae, che nel 2012 ha (o avrebbe) guadagnato 17 milioni di dollari derivanti dai diritti di autore, dalle vendite di una bevanda col suo nome e di prodotti per la casa.

=> LEGGI Forbes: i più potenti del pianeta

A seguire, ecco un altro cantante anche se di altro tipo: è John Lennon, ucciso 32 anni fa all’età di 40 anni. Per i suoi eredi, i milioni guadagnati nel 2012 sono stati 12, con una media di 1 milione al mese tondo. Settimo posto per Marilyn Monroe defunta 50 anni fa a 36 anni di età: per i suoi eredi ci sono 10 milioni di dollari, a pari merito con Albert Einstein, mancato il 10 aprile 1955 all’età di 76 anni.