Trento: nuovi limiti per i regali ai dirigenti

di Teresa Barone

scritto il

Il nuovo codice comportamentale approvato dalla Provincia di Trento ed esteso anche ai dirigenti delle società partecipate.

Anche le società controllate dalla Provincia di Trento dovranno rispettare il codice di comportamento imposto ai funzionari e ai dipendenti dell’ente: una nuova delibera approvata il 2 febbraio, infatti, estende la normativa adottata dallo scorso luglio che vieta di erogare regali ai dirigenti se superano il valore di 100 euro.

=> Dirigenti PA: stop avanzamenti di carriera automatici

Una restrizione che ha come finalità quella di contrastare la corruzione e che letteralmente prevede:

«Con riferimento al divieto di chiedere e/o accettare per sé o per altri regali o altre utilità, salvo quelli d’uso di modico valore, introduzione del limite fissato in un valore complessivamente non superiore a 100 euro annui per ciascun donante e nel limite massimo complessivo di 200 euro annui.»

Le società controllate dalla Provincia sono quindi tenute a prendere atto della delibera emanata dalla Giunta provinciale, pubblicando il nuovo codice sul sito internet istituzionale nella sezione “Amministrazione trasparente“.

=> Scopri i programmi del Governo Renzi per i dirigenti pubblici

È sempre la Giunta a precisare che i dipendenti hanno l’obbligo di astenersi dalle attività relative alle loro mansioni in caso di conflitto di interessi, anche meramente potenziale.

I Video di PMI

Partite IVA dipendenti