Reperibili in malattia: 7 ore per tutti

di Redazione PMI.it

scritto il

La proposta del Presidente Inps per unificare gli orari delle viste fiscali nel pubblico e nel privato.

Uniformare le ore di reperibilità in malattia per i dipendenti pubblici e i lavoratori di aziende private: questa è una priorità secondo il Presidente dell’Inps Tito Boeri, sostenitore della necessità di imporre regole unificate per entrambe le categorie.

=> Assenze per malattia: trend e numeri

Allo stato attuale, infatti, le fasce di reperibilità sono differenti: durante i giorni di assenza per malattia, nel pubblico impiego si è tenuti a farsi trovare a casa sette ore giornaliere, ridotte a quattro nel comparto privato.

Secondo Boeri, le fasce orarie di reperibilità devono essere parificate per consentire di eseguire i controlli fiscali in modo efficiente, limitando anche le spese e agevolando il lavoro dei medici.

=> Nuove regole per i lavoratori in malattia

Non è concorde la Cgil, che ha esposto la sua opinione attraverso il segretario confederale Franco Martini:

«Secondo Boeri sarebbe questa la strada da percorrere in vista del passaggio di competenze dalle Asl all’Inps in materia di controlli per i dipendenti pubblici per ‘ridurre le spese e svolgere i controlli in modo efficiente’. Quindi tutti verso il peggio per risanare i conti: semplicemente inaccettabile.»

Fonte immagine: Shutterstock

I Video di PMI