La creatività in azienda

di Chiara Piro

scritto il

In un periodo di profondo mutamento economico e strutturale, ogni azienda, in tutto il mondo, cambia qualcosa all'interno della propria struttura produttiva e organizzativa

Ci sono due tipologie di scelte che gli economisti stanno osservando oggi: mentre molte società incoraggiano la creatività nei luoghi di lavoro, perché sanno che avrà un effetto positivo sulle loro linee di produzione nel medio lungo termine, altre società stanno semplicemente stringendo la cinghia e chiedendo ai dipendenti di lavorare più a lungo e in condizioni più difficili che mai. Ecco alcuni suggerimenti per far sviluppare la creatività in azienda.

Ogni volta che qualcuno in azienda offre un’idea innovativa, diventa per l’intera società un esempio da seguire. Va quindi incoraggiato in modo tale da dare a tutti il giusto valore della creatività sul posto di lavoro, provocando positive reazioni a catena. Questi “creativi” forniranno, nel lungo periodo, all’azienda in cui operano una ottima considerazione di mercato per la propria capacità di diversificare e innovare.

Pensare al di fuori delle norme. Si tratta del “pensiero laterale”, difficile da mettere in atto, ma che fornisce soluzioni nuove a quesiti ormai obsoleti all’interno del processo di produzione. L’innovazione tecnologica si basa su questo. In un team di lavoro è sempre produttivo incoraggiare domande o curiosità. Nello stesso senso, è importante incoraggiare il gioco. Una recente ricerca ha provato che chi riesce a distrarsi per periodi, anche brevi, durante la lunga giornata di lavoro, è più produttivo. Giocare porta a divertirsi, e divertirsi rende più piacevole recarsi sul luogo di lavoro.

Ancora, può essere importante fornire la libertà di vivere l’azienda, offrendo spazi di incontro e di condivisione delle idee. Tenere spesso, nel proprio team, sessioni di brainstorming, è un’attività piuttosto comune, per la produzione di idee creative e la capacità di incoraggiare nuove idee sul posto di lavoro. Sulla stessa linea, è stato dimostrato che le attività di “team building” aumentano lo spirito di gruppo, e di conseguenza la produzione di innovazione. Aumentare la qualità dello stare insieme, produce positive reazioni a catena nello sviluppo di nuovi prodotti o processi di produzione, così come la formazione, la possibilità di partecipare a seminari, la presenza di una biblioteca con testi sulla creatività.

Ogni cambiamento è dunque importante, anche tutto ciò che riguarda la postazione di lavoro e le normali procedure aziendali. Oggi si lavora prevalentemente in open space, e la possibilità che ogni lavoratore ha di personalizzare la propria scrivania, di inserire qualsiasi tipo di elemento innovativo rispetto al contesto, sviluppa un ambiente piacevole e che stimola nuove idee.

Flessibilità è la parola d’ordine in un contesto come quello descritto fino ad ora: i lavoratori devono avere la possibilità di entrare e timbrare il cartellino in orari flessibili, assicurando comunque il rispetto delle ore di lavoro e la produttività. La libertà nella gestione del tempo è ormai una necessità. Viviamo in una società in continuo mutamento. In una società sottoposta a veloci e repentini cambiamenti, spesso difficili da seguire. Ogni individuo, deve poter organizzare in maniera autonoma i propri spazi… e vi assicuro che le nuove idee fioccheranno in azienda!

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari