Imparare a cambiare

di Chiara Basciano

scritto il

Non avere paura di rivoluzionare il lavoro porta a scoprire nuove strade verso il successo.

In un’epoca come questa mantenere le cose ferme diventa altamente improduttivo. Per questo saper modificare la struttura lavorativa, sia in piccolo che in grande, diventa essenziale per continuare a stare sulla strada del successo.

=> Scopri la paura del cambiamento

Imparare a tenere sotto controllo il cambiamento è fondamentale per un manager, per questo deve saper ascoltare le idee di ogni dipendente e valutare che strada prendere. Una buona idea può arrivare da qualsiasi parte e non bisogna temere di mettersi in discussione. Ci sono situazioni però in cui il cambiamento non può avvenire, principalmente per due ragioni: un budget non adeguato o incapacità delle persone coinvolte nell’acquisire nuove competenze. In questi casi è inutile tentare di cambiare le cose e bisogna aspettare un momento migliore.

=> Vai ai cambiamenti che fanno la differenza

Inoltre bisogna mettere in conto anche un risultato negativo del cambiamento attuato, ci si può trovare infatti con un miglioramento esiguo e uno spreco di energie che porta ad un abbassamento di morale dei lavoratori. Ma bisogna saper rischiare e provare a trovare una strada migliore.

=> Leggi successo e cambiamento

Secondo Revitas la percentuale di successo in caso di cambiamento è del 54%, quel 4% verso un esito positivo deve essere la giusta spinta per provarci. Inoltre le aziende che tendono ad effettuare cambiamenti molto spesso hanno una percentuale di successo molto più alta, arrivando all’89%. Questo perché sono state acquisite le giuste strategie per affrontare un nuovo modo di lavorare. L’importante è che il cambiamento sia condiviso e che i manager ne sappiano indicare tutti i passaggi al team, magari costruendo un percorso comune.

E, come diceva Winston Churchill, «migliorare significa cambiare, essere perfetti significa cambiare spesso».