Capire le differenze

di Chiara Basciano

scritto il

Una mappa utile per conoscere le differenze di comportamento dei colleghi stranieri.

Non è un mistero che i manager debbano tener contro delle diversità presenti in azienda ma da quando i confini si sono allargati con l’introduzione del lavoro da remoto questa diventa un’esigenza ancora più pressante.

=> Vai alle politiche di inclusione

La professoressa Erin Meyer, autrice del libro The Culture Map, ha creato una vera e propria mappa utile per entrare in contatto con realtà distanti. Nel dettaglio ha analizzato otto elementi ed il modo in cui le persone reagiscono a seconda del continente in cui vivono. Per quanto riguarda la Comunicazione si nota molta differenza tra il mondo anglosassone ed occidentale in generale e quello asiatico. Se per i primi essa sarà sempre diretta, esplicita e di facile lettura per il mondo asiatico sarà tutto un sottinteso, non sarà mai diretta e piena di sfumature.

La Valutazione per gli occidentali è molto diretta, anche in caso di feedback negativi, al contrario gli asiatici tendono ad indorare la pillola e si fanno molti scrupoli a dare pareri negativi. La Persuasione degli europei invece è basata sui fatti concreti e deriva dalla deduzione, mentre per australiani, canadesi ed americani sarà induttiva, basata prima sulla teoria e in seguito sui fatti.

=> Leggi l’importanza delle categorie protette

La Leadership del Nord Europa è egalitaria, il manager è visto come un coordinatore, al contrario in Giappone e India vige una più stretta gerarchia. Invece il Potere decisionale è condiviso sia in Giappone che in Nord Europa, mentre è prerogativa del boss in Cina e India. La Fiducia tra colleghi si basa sulle attività legate al lavoro in America e Nord Europa, invece sulle relazioni personali in Cina, India e Stati Arabi. Opposto atteggiamento nei confronti del Disaccordo per Francia, Germania e Israele, in cui è visto come momento di crescita, e Indonesia e Giappone, in cui non è visto di buon occhio.

=> Scopri il gender gap

Infine l’Organizzazione è ben programmata con scadenze definite in Germania, Svizzera e Giappone, mentre Kenia, Brasile e India prediligono la flessibilità e il cambiamento durante il percorso.